Amazon per l’ambiente: raggiungerà i risultati dell’Accordo di Parigi con 10 anni di anticipo

Tra gli impegni assunti del colosso dell’ecommerce, la riduzione a zero delle emissioni di carbonio entro il 2040 e l’utilizzo del 100% di energia rinnovabile entro il 2030

di Rosa Guerrieri
19 settembre 2019
amazon-620x348.jpg

Amazon si impegna a favore dell’ambiente. Il colosso dell’ecommerce ha presentato oggi insieme a Global Optimism “The Climate Pledge”, un impegno concreto a raggiungere i risultati dell’Accordo di Parigi con 10 anni di anticipo, diventandone la prima azienda firmataria.

In particolare, le aziende che firmeranno The Climate Pledge si impegnano a: misurare e comunicare le proprie emissioni di gas serra su base regolare; implementare strategie di eliminazione delle emissioni di carbonio in linea con l’Accordo di Parigi attraverso cambiamenti reali e innovazioni nel business che includono miglioramenti dell’efficienza, energie rinnovabili, riduzione dell’utilizzo di materie e altre strategie di eliminazione delle emissioni di carbonio; e neutralizzare eventuali emissioni rimanenti con compensazioni aggiuntive, quantificabili, reali, permanenti e socialmente vantaggiose per ottenere emissioni annue nette pari a zero entro il 2040.

«Abbiamo smesso di stare nel gregge su questo tema: abbiamo deciso di utilizzare le nostre dimensioni e scala per fare la differenza – ha dichiarato Jeff Bezos, CEO e fondatore di Amazon -. Se una azienda con infrastruttura fisica come quella di Amazon-che consegna più di 10 miliardi di prodotti all’anno-può raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi 10 anni in anticipo, allora qualsiasi azienda può farlo. Parlando con altri CEO di aziende globali sto riscontrando un forte interesse nell’unirsi a questo impegno. Le grandi aziende che firmeranno The Climate Pledge manderanno il segnale importante al mercato intero che è arrivato il momento per tutti di investire nei prodotti e servizi che i firmatari necessiteranno per tener fede ai loro impegni».

Per dare un impulso ulteriore al raggiungimento di questo obiettivo, Amazon ha annunciato oggi l’ordine di 100.000 veicoli elettrici per la consegna, il più grande ordine di veicoli elettrici per la consegna di sempre, con i furgoni che inizieranno a consegnare i pacchi ai clienti dal 2021. Amazon prevede di avere 10.000 dei nuovi veicoli elettrici sulla strada già nel 2022 e tutti i 100.000 veicoli sulla strada entro il 2030, risparmiando 4 milioni di tonnellate di carbonio all’anno entro il 2030.

Amazon si impegnerà inoltre a raggiungere l’80% di energia rinnovabile entro il 2024 ed il 100% entro il 2030 nel suo percorso verso la carbon neutrality entro il 2040. Come parte del suo percorso “green”, la società ha lanciato anche il Right Now Climate Fund, con un impegno di 100 milioni di dollari per ripristinare e proteggere foreste, zone umide e torbiere di tutto il mondo in partnership con The Nature Conservancy. Il Right Now Climate Fund contribuirà a rimuovere decine di milioni di tonnellate di carbonio dall’atmosfera per tutta la durata del progetto e creerà opportunità economiche per migliaia di persone.

Amazon, infine, ha lanciato oggi un nuovo sito web dedicato alla sostenibilità per dare visibilità costante agli impegni, le iniziative e le performace in termini di sostenibilità. Il sito include informazioni sull’impronta di carbonio di Amazon e altre metriche di sostenibilità per condividere i progressi che l’azienda sta compiendo verso gli obiettivi di The Climate Pledge.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.