• Programmatic
  • Engage conference

10/10/2018
di Lorenzo Mosciatti

Zenith festeggia i suoi primi 30 anni e chiude il 2018 con billing in crescita a due cifre

Il network media di Publicis Groupe, guidato nel nostro paese da Luca Cavalli, cresce in Italia grazie al new business con l'ingresso in portafoglio, tra gli altri, di Gruppo Sea, Glovo, Fratelli Carli, Abbot e e Roy Rogers

Vittorio Bonori

Vittorio Bonori

Trent'anni di vita per Zenith, il centro media di Publicis Groupe. Trent'anni di vita festeggiati con la prospettiva di chiudere l'anno con un amministrato in crescita a due cifre. Un risultato ottenuto anche grazie al new business con l'ingresso in portafolgio, tra gli altri, del Gruppo Sea, la società che gestisce gli aeroporti milanesi, dell'app di delivery Glovo e di Fratelli Carli  La sede romana dell'agenzia si è invece assicurata a inizio anno gli incarichi media della società farmaceutica Abbot e del marchio di abbigliamento italiano di blue jeans Roy Rogers. Luca Cavalli “Gli anniversari sono momenti importanti in cui fermarsi e prendere coscienza di quello che, nella frenesia del quotidiano, spesso ci sfugge", commenta  Luca Cavalli, Ceo di Zenith Italy. "In questi trent’anni il mondo della comunicazione ha avuto un’accelerazione esponenziale, tale da rendere incredibile il racconto di questa avventura a chi si avvicina alla professione oggi. Le nostre costanti sono sempre state la voglia e la capacità di trasformarci per guidare il cambiamento e affiancare in maniera efficace i nostri clienti, garantendo loro valore, performance e crescita”. La storia di Zenith ha inizio a Londra nell’ottobre del 1988 dall’unione dei dipartimenti di media buying di Saatchi & Saatchi, BSB Dorland e KHBB. Da queste origini britanniche l’agenzia è cresciuta fino a diventare uno dei primi network media nel mondo. Per prima è stata in grado di espandersi in mercati chiave a livello globale: è approdata in Cina nel 1994 e negli Stati Uniti nel 1995. Nel 2000, in seguito all’acquisizione di Saatchi & Saatchi da parte di Publicis Groupe, è avvenuta la fusione tra Zenith e Optimedia. Il 2002 ha segnato un passaggio fondamentale per l’agenzia che ha annunciato il suo posizionamento strategico The Roi Agency all’interno del performance marketing. Durante il primo decennio del terzo millennio, il network si è distinto grazie a una crescita e uno sviluppo in diversi ambiti: performance, branded content, analytics, consulenza a 360° nelle aree del digital e delle sponsorizzazioni. Nel 2016, con la nascita di Publicis Media, Zenith ha rinnovato la propria brand identity e lanciato il nuovo approccio Roi+, focalizzandosi sulla marketing transformation e sulla crescita del business dei propri clienti. A settembre di quest’anno Forrester Research ha nominato Zenith come "Leader" nel suo report “The Forrester Wave: Global Media Agencies, Q3 2018”, riconoscendone i punti di forza e la spinta innovativa negli ambiti dell’e-commerce, della personalizzazione, del marketing consulting, dell’automazione, dello sviluppo di strumenti e competenze di AI e visualizzazione dati. Luca Cavalli “Sono molto orgoglioso di far parte del network pionieristico che oggi celebra il suo 30° anniversario", commenta Vittorio Bonori, Global Brand President di Zenith. "Come ROI agency ci siamo costantemente innovati; la nostra visione è quella di essere un partner chiave per il business dei nostri clienti, sempre focalizzati sulla strategia di crescita, sull’experience planning e sull’ottimizzazione one-to-one”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI