• Programmatic
  • Engage conference

25/10/2018
di Alessandra La Rosa

Wpp, la trimestrale delude il mercato. In Italia il business è in crescita

La società approva il piano di vendere una quota di Kantar e riduce le stime per la chiusura d'anno. Intanto il titolo crolla in Borsa

Risultati negativi per Wpp nel terzo trimestre 2018. La holding pubblicitaria guidata da Mark Read ha registrato nel terzo trimestre del 2018 un fatturato in calo dello 0,8% a 3,7 miliardi di sterline, mentre nei primi nove mesi dell'anno il dato è in discesa dell'1,6% a 11,2 miliardi di sterline. A livello organico il calo è stato nel trimestre dell'1,5%, mentre gli analisti si attendevano una crescita dello 0,3%. Svariati mercati chiave della compagnia hanno visto diminuire il giro d'affari nel trimestre: -5,3% in Nord America, -2% in Gran Bretagna e -0,4% in Europa Occidentale. In controtendenza l'Italia che, insieme a Brasile, Singapore e Sud Corea, ha visto crescere il business tra il +5% e il +10%. L'ufficializzazione dei dati di bilancio ha avuto, come prevedibile, degli effetti negativi sul titolo Wpp in Borsa: a Londra le azioni della società, con un -16,59% a metà mattina, sono crollate a 883 pence: un livello mai registrato dalla fine del 2012. Performance che non fanno dormire sonni tranquilli al Ceo Mark Read, nominato alla guida di WPP poco meno di due mesi fa e che si è trovato a dover affrontare un "dopo-Martin Sorrell" di non facile gestione. Lo stesso manager ha ammesso la difficoltà della situazione in una lunga nota agli investitori: «Nel passato siamo stati lenti ad adattarci, siamo diventati troppo complicati ed abbiamo investito troppo poco in asset chiave per il nostro business», ha dichiarato. «WPP è diventata una grande e complessa organizzazione, con molti punti di forza, ma anche sfide - ha proseguito il manager -. Abbiamo bisogno di tempo per migliorare le nostre performance e siamo realistici sulle difficoltà a breve termine che dovremo affrontare». Read ha poi dichiarato che un paio di settimane fa i top 150 leader di Wpp si sono incontrati a New York per un meeting strategico sul futuro della holding. «Forniremo un aggiornamento sulla strategia [della holding] a dicembre - ha spiegato -. Non vediamo l'ora di aggiornare i nostri professionisti, clienti e azionisti sulla nuova visione di Wpp, le opportunità di crescita che ci sono per noi e come possiamo catturarle con una struttura semplificata, investimenti in talenti e tecnologia e una nuova cultura capace di trarre il meglio da Wpp». Intanto, il board di Wpp ha ufficialmente approvato il piano di Read di vendere una quota della società Kantar. «Crediamo che il mondo migliore per sbloccare il potenziale [di Kantar] sia attraverso un partner strategico o finanziario. Il Board ha approvato un processo formale per rivedere le opzioni strategiche che possano massimizzare il valore delle quote». «Sono in corso i preparativi - ha proseguito il manager -, con il coinvolgimento anche del management di Kantar, ed abbiamo già ricevuto alcune espressioni di interesse». Alla luce delle ultime performance di bilancio, la holding ha deciso di ridurre le stime per la chiusura d'anno, da un aumento dei ricavi dello 0,3% di tre mesi fa a una flessione dell'1%.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI