• Programmatic
  • Engage conference

29/04/2019
di Andrea Salvadori

WPP: trimestre in leggera crescita ma sui conti pesano le difficoltà degli Stati Uniti

Giro d’affari di quasi 3,59 miliardi di sterline, in rialzo dello 0,9%, per la holding pubblicitaria britannica nei primi tre mesi dell'anno

Wpp Group archivia il primo trimestre dell’anno con un giro d’affari di quasi 3,59 miliardi di sterline, in leggera crescita (+0,9%) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, e conferma la previsione di un fatturato 2019 in calo dell'1,5-2% a perimetro omogeneo. Pesa sui conti, e sulle prospettive del gruppo guidato al Ceo Mark Read, l’andamento negativo registrato in Nord America, una performance legata alla perdita nel 2018 di diversi importanti clienti, tra cui una parte consistente del budget della Ford.  «Il risultato negli Stati Uniti è stato di certo deludente ma è comunque in linea con le aspettative», ha commentato Mark Read, ricordando che per vedere i benefici del piano di rilancio triennale presentato dal gruppo alla fine del 2018 «bisognerà aspettare un po’ di tempo, anche se si intravedono i primi segnali positivi», ricordando il recente successo da parte di Wunderman Thompson dell'incarico globale di Duracell. Nel Nord America dunque il fatturato è sceso dell'8,5%, mentre il gruppo ha chiuso il trimestre in Gran Bretagna e nel'Europa Occidentale in calo rispettivamente dello 0,9% e dello 0,3%. Bene il business nel resto del mondo, in crescita del 2%. In Europa Occidentale, la società segnala "un forte rialzo in Belgio, Danimarca, Finlandia, Paesi Bassi e Turchia", mentre "Austria, Italia e Spagna sono risultati i mercati più impegnativi". Leggera crescita infine per la Germania, il più importante mercato di Wpp nell'area.  C’è attesa infine per il processo di vendita della maggioranza di Kantar, che vedrebbe in corsa alcuni importanti fondi di private equity come Cvc Capital Partners e Bain Capital.  

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI