• Programmatic
  • Engage conference

02/10/2019
di Cosimo Vestito

Worldz sbarca su Instagram e punta a 400 mila euro di fatturato nel 2019

Da oggi, gli utenti potranno ottenere sconti sugli ecommerce delle aziende partner condividendo sul social fotografico i propri acquisti. I ricavi della startup fondata da Joshua Priore in crescita dell'800%

Joshua Priore

Joshua Priore

Worldz annuncia ufficialmente lo sbarco su Instagram e si prepara a lanciare una piattaforma per dare maggiore visibilità ai prodotti e generare traffico sui siti dei marchi clienti. L'aggiornamento rilasciato dalla startup fondata dal Ceo Joshua Priore consente agli utenti di utilizzare le credenziali del social fotografico per effettuare l'accesso agli ecommerce delle aziende partner, al fine di ottenere uno sconto commisurato al valore di una condivisione correlata all'acquisto proprio su Instagram. «Il mercato dell'influencer marketing si è ormai spostato su Instagram, dunque è normale per noi assecondare le esigenze degli utenti e dei nostri clienti allargando il nostro raggio d'azione anche a questo social network. In questo modo, le aziende potranno sicuramente ottenere un maggior ritorno in termini di brand awareness, anche alla luce del calo del livello di reach organica di Facebook», ha dichiarato Priore nel corso di un incontro con la stampa, tenutosi al Superstudio 13 di Milano. La società si avvale dell’efficacia dei micro-influencer per le strategie dei brand. È ormai un dato assodato, infatti, che nell’Influencer Marketing non conti la quantità di follower ma il tasso di coinvolgimento e che le metriche reali di performance premiano i cosiddetti micro-influencer che, pur avendo un seguito più ridotto, riescono a sviluppare un legame più stretto con i follower e ottenere una maggiore attenzione. La piattaforma ideale per queste personalità è dunque Instagram, che supera Facebook sia in termini di engagement rate sia di portata dei propri contenuti. «Questa funzione non è legata a creator o a profili popolari ma è aperta a qualsiasi tipo di account. In questo modo, diamo un'accezione diversa alla condivisione perché l'utente quel particolare prodotto lo sta acquistando, diversamente rispetto a quanto accade con gli influencer, che il più delle volte parlano di un articolo perché gli è stato regalato dall'azienda oppure perché sono stati pagati, con ovvie conseguenze per la loro credibilità. Con Worldz, le aziende hanno modo di ottenere più pubblicità perché, attraverso la condivisione social, anche gli amici degli utenti che comprano entrano in contatto con il marchio, in una sorta di amplificazione del passaparola», ha proseguito Priore.

Come funziona l'Instagram Log-in di Worldz

Worldz ha sviluppato un'esperienza utente identica a quella che gli utenti già conoscono e utilizzano per Facebook. Più nel dettaglio, l'utente, una volta atterrato sullo store online in cui è intenzionato a fare shopping, potrà in questo ordine: effettuare l'accesso al proprio profilo Instagram tramite l’overlay di Worldz; scoprire il valore economico associato alla sua popolarità Instagram; condividere sul proprio profilo Instagram, nel Grid o nelle Stories, il prodotto desiderato e utilizzare immediatamente il valore economico come sconto per terminare l’acquisto sullo negozio online. La facilità di utilizzo di Worldz resta una caratteristica fondamentale anche su Instagram: una volta effettuato l'Instagram Login, l’algoritmo recupera le informazioni dell'account (like, commenti, Stories, visualizzazioni, follower, following, frequenza nel posting, etc.), le cripta per mantenere sicuri tutti i dati a chiunque possa o voglia accedervi (quindi la stessa Worldz non ha accesso alle informazioni degli utenti) e le elabora seguendo la logica della tecnologia proprietaria. Quello che ne consegue è una valutazione economico-dinamica qualitativa e quantitativa del profilo dell'utente. Non è solo quantitativa perché - anche a parità di numeri di uno stesso account con un altro - è pressoché impossibile che si abbiano valutazioni identiche, ed è dinamica perché un utente avrà valutazioni diverse a seconda dello storico delle sue condivisioni, che avranno interazioni diverse a seconda del momento in cui vengono condivise e dalle persone che vedono i suoi contenuti. «Dal punto di vista dello sviluppo tecnologico, l’integrazione di Instagram è stata una delle sfide più importanti mai affrontate dal nostro team. Ad oggi, non esiste azienda al mondo che consenta agli utenti di effettuare un Instagram Login dal quale postare direttamente sul proprio account in totale sicurezza e sono particolarmente orgoglioso che la nostra società si sia dimostrata all’avanguardia su scala globale. Sono intervenuti tutti i membri del nostro team IT e ci sono voluti circa 9 mesi di ricerca e sviluppo per avere un primo prototipo funzionante. Non vediamo l’ora di poterlo vedere finalmente all’opera nella sua versione finale. Per ora non abbiamo ancora rilasciato la nuova funzione a tutti i nostri clienti, ma abbiamo preferito selezionare alcuni dei nostri top partner che hanno ricevuto in esclusiva l’installazione e stiamo attendendo di concludere l’integrazione sulle loro piattaforme per poi allargare il perimetro anche agli altri clienti che lo stanno richiedendo», ha aggiunto il Ceo.

Worldz punta a 400 mila euro di fatturato nel 2019

Nella stessa occasione, Worldz ha anche presentato una nuova piattaforma aggregatrice di prodotti, una vetrina che consente alle aziende clienti di acquisire traffico sul proprio sito. Con questa soluzione, la società intende sostenere le aziende nel potenziamento dei loro servizi di ecommerce generando traffico di utenti qualificati: «Molte volte le aziende sono impreparate alla vendita su internet, in alcune occasioni si affidano ad Amazon oppure investono molto a livello tecnologico e informatico per sviluppare il proprio servizio di commercio elettronico, senza poterlo poi effettivamente valorizzare. Con il nostro aggregatore, senza il bisogno di attivare campagne pubblicitarie, possono portare più traffico sui loro punti vendita digitali e aumentare le vendite», ha spiegato Priore. Worldz, che al momento conta una squadra di venti persone impiegate nei reparti sviluppo, vendita, marketing e finanza, conta di chiudere l'anno con un fatturato di 400 mila euro, in crescita dell'800% rispetto ai 50 mila registrati l'anno scorso.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI