WordLift, in arrivo la nuova dashboard. La presentazione a settembre

La startup romana guidata da Andrea Volpini presenta la versione più recente del tool, per aiutare redattori e digital marketer nella gestione del piano editoriale

di Caterina Varpi
23 luglio 2018
Andrea Volpini
Andrea Volpini

WordLift presenterà una nuova versione della dashboard a settembre, durante la conferenza Semantics 2018, dal 10 al 13 settembre a Vienna.

WordLift, piattaforma semantica che utilizza l’intelligenza artificiale per aumentare il traffico di un sito web, è uno strumento ideato per aiutare redazioni giornalistiche, content marketer e blogger a lavorare meglio, permettendo di concentrarsi sulla scrittura dei contenuti senza doversi preoccupare di come funzionano i motori di ricerca. La start up guidata dal Ceo e Cofouder Andrea Volpini sfrutta l’Ai per aumentare il traffico organico di un sito traducendo gli articoli in contenuti comprensibili dalle macchine, che possono essere usati da chatbot, crawler e assistenti digitali (come Google Assistant, Siri e Alexa) per supportare gli utenti nel prendere decisioni, informarsi o acquistare prodotti e servizi. In più, il tool arricchisce la user experience di articoli e pagine web con raccomandazioni di altri contenuti, link automatici ai contenuti interni, visualizzazioni dei dati e immagini.

Le nuove funzionalità di WordLift

La nuova dashboard offrirà nuove funzioni, consentendo ai clienti di revisionare in modo semplice i propri contenuti, avere sempre una visione completa del proprio posizionamento organico e poter ricevere costantemente insight su come dare la priorità ai contenuti nuovi e a migliorare costantemente quelli esistenti.

Al momento, con WordLift è possibile creare un grafo della conoscenza e con il dashboard è possibile vedere quante entità sono presenti nel grafo, quanti sono gli enunciati (ovvero i singoli elementi che in gergo tecnico vengono dette triple) e quali articoli sono stati arricchiti grazie ad essi. Con la nuova feature viene introdotto un algoritmo che, sulla base dei dati del ranking su Google (catalogati secondo il paese di riferimento) consente di vedere quali sono le entità più rilevanti. La nuova versione del plugin cerca di rispondere a queste necessità e si rivolge in maniera specifica alle redazioni web, ai content marketer e ai clienti business.

Per chi scrive contenuti sul web o lavora all’interno di un team editoriale, una delle maggiori difficoltà risiede spesso nel riuscire a identificare i topics più ricercati e quindi utili per migliorare il proprio piano editoriale. Inoltre, anche l’articolo migliore può diventare irrilevante se non raggiunge il suo pubblico. I vecchi algoritmi di ricerca basati sulle parole chiave spesso hanno spinto chi scrive a riempire i propri articoli di parole chiave per aiutare i crawler a comprendere il significato degli articoli. WordLift utilizza le tecnologie semantiche e l’analisi del linguaggio naturale per tradurre in automatico gli articoli in contenuti comprensibili alle macchine. La startup romana fornisce a chi scrive un alleato per organizzare gli articoli e migliorare il ranking sui motori di ricerca. Si automatizzano i task ripetitivi per risparmiare tempo, un tempo che può essere investito sugli aspetti più strategici e creativi del marketing dei contenuti.

WordLift-Office-1

Cos’è WordLift

WordLift è una startup romana, nata dopo anni di sviluppo e ricerca che hanno portato alla creazione di un plugin per WordPress in grado di organizzare i propri contenuti e di trasformarli secondo una logica semantica.

A partire dal 2012, i fondatori di WordLift hanno lavorato sullo sviluppo di un prodotto che potesse aiutare gli autori di contenuti a produrre testi più ricchi, organizzandoli in base agli interessi dei lettori. Dopo diversi anni di sviluppo e sperimentazione con i propri clienti, nel 2016 il team fondatore ha raccolto le prime metriche in grado di dimostrare le capacità del tool nell’aumentare il traffico sui siti web ed il grado di coinvolgimento degli utenti, spiega la nota stampa.

Alla fine del 2016 WordLift si è costituita come startup innovativa, e appena pochi mesi dopo ha ricevuto il suo primo investimento da WooRank, una società belga che ha sviluppato uno strumento di analisi Seo e di digital marketing.

Nei primi 18 mesi di attività oltre 300 clienti a livello globale hanno scelto la piattaforma come strumento di intelligenza artificiale per incrementare il traffico sul proprio sito web, riporta il comunicato. Tra loro, gruppi editoriali di spicco del settore Hi Tech come TheNextWeb e Windowsreport, enti pubblici ed Università come il SalzburgerLand (l’ente del turismo della regione di Salisburgo), l’American University del Cairo, ONG come Greenpeace in Italia ma anche tanti blogger, consulenti della Seo e marketer.

WordLift ha un team multidisciplinare distribuito tra Roma e Berlino composto di otto persone, impegnate nello sviluppo e nel lancio sul mercato del prodotto. Il team collabora quotidianamente con gli esperti di WooRank, che ha sede a Bruxelles, per evolvere la propria soluzione ed automatizzare la Seo.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.