• Programmatic
  • Engage conference

24/09/2019
di Lorenzo Mosciatti

Websolute verso la Borsa per finanziare una crescita organica e per linee esterne

La digital company con sede centrale a Pesaro, guidata dal Ceo Lamberto Mattioli e partecipata dal fondo Innovative-RFK, ha presentato domanda di ammissione al listino AIM

Websolute ha presentato a Borsa Italiana la domanda di ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni ordinarie e dei warrant sul listino Aim Italia. L’operazione è rivolta a investitori istituzionali italiani ed esteri, e ad investitori professionali e al dettaglio. La raccolta prevista sarà destinata ad accelerare il percorso di crescita organica - attraverso l’ampliamento della struttura commerciale diretta, la creazione di una rete commerciale indiretta e la formazione specialistica - e a finanziare una strategia di crescita per linee esterne attraverso l’acquisizione di agenzie e boutique di medie e piccole dimensioni sul mercato nazionale. La digital company con sede centrale a Pesaro, nelle Marche, fondata da Lamberto Mattioli, Maurizio Lanciaprima e Claudio Tonti, e partecipata dallo scorso anno dal fondo Innovative-RFK, ha chiuso il 2018 con un valore della produzione consolidato pari a circa 12,8 milioni di euro, un Ebitda adjusted consolidato di 1,7 milioni, un utile netto consolidato di 0,7 milioni e una posizione finanziaria netta di 2,5 milioni. “La quotazione rappresenta uno step necessario di un percorso avviato ormai da anni, nel quale ci siamo gradualmente configurati come interlocutore unico per tutte le aziende italiane che intendano strutturare e sviluppare un piano strategico legato alla Digital Transformation", commenta Lamberto Mattioli, Presidente e Amministratore Delegato di Websolute. "Siamo tra i pochi player in grado di fornire una serie di servizi interconnessi che accompagnano il nostro cliente lungo tutta la catena del valore della brand, marketing, commerce e technology strategy. L’Ipo sarà per noi un’occasione per accrescere qualitativamente la gamma di servizi specializzati offerti nonché per continuare la nostra politica di espansione per linee esterne, tramite l’acquisizione di altri player italiani che offrano servizi facilmente integrabili al nostro core business”. Websolute conta in media oltre 130 dipendenti e una presenza capillare sull’intero territorio italiano, grazie alle 9 sedi operative del gruppo e a una rete commerciale costituita da 18 venditori. Nell’ambito della procedura di ammissione alle negoziazioni su Aim Italia Websolute è assistita da: Integrae SIM (NomAd, Global Coordinator e Bookrunner), Banca Valsabbina (Co-lead manager), Grimaldi Studio Legale (Advisor Legale), Giampaolo Marinelli (Advisor Fiscale), Riccardo Vori (Advisor Giuslavorista), BDO Italia (Società di revisione), IR Top Consulting (IR & Financial Communication).

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI