• Programmatic
  • Engage conference

22/07/2021
di Lorenzo Mosciatti

Serviceplan Group, ricavi in crescita del 17% in Italia verso i 20 milioni di euro

Il gruppo guidato dal Ceo Giovanni Ghelardi beneficia in particolare del buon andamento di Serviceplan Italia e Mediaplus

Giovanni Ghelardi, ceo di Serviceplan Group in Italia

Giovanni Ghelardi, ceo di Serviceplan Group in Italia

Serviceplan Group chiude l’esercizio al 30 giugno 2021 con un fatturato di 488 milioni di euro a livello internazionale, in crescita del 9% rispetto all’anno precedente, con un andamento brillante sul mercato italiano. Nel nostro paese la società guidata dal Ceo Giovanni Ghelardi raggiunge infatti un giro d’affari di 20 milioni di euro, in aumento del 17%,  

Le due agenzie che hanno trainato la crescita del gruppo sul nostro mercato in modo significativo sono state Serviceplan Italia e Mediaplus. La prima, l’agenzia creativa del gruppo, ha beneficiato dell’arrivo di Stefania Siani con i ruoli di Ceo e CCO, e ha raddoppiato il fatturato grazie all’ingresso nel portafoglio di clienti come A2A, Alessi, Unipol, Virtus, Lidl e RTL 102.5. 

Mediaplus, la centrale guidata da Vittorio Bucci, vede la sua crescita confermata anche dal nuovo report quantitativo di RECMA, “al primo posto del ranking in termini di crescita negli ultimi 3 anni e ormai oltre quota 100 milioni di euro per ciò che concerne il billing gestito”, fa sapere la società. “Un risultato maturato durante un anno di crescita a doppia cifra, nonostante l’impatto della pandemia sugli investimenti pubblicitari”. 

Anche Plan.Net, l’agenzia digitale del gruppo, ha chiuso l’esercizio con risultati in crescita grazie all’ingresso di nuovi clienti come Italo, Leica e al consolidamento di Lidl. 

“Nove anni fa scegliere di fondare Serviceplan in Italia è stata la scelta giusta”, spiega il Ceo Giovanni Ghelardi. “Serviceplan infatti non è solo un Gruppo incredibilmente dinamico e in forte crescita grazie anche al modello di business che mette in primo piano il coinvolgimento imprenditoriale di persone chiave, ma è soprattutto una piattaforma di competenza e innovazione integrate, fondamentali oggi più che mai per chi fa comunicazione. In Italia Serviceplan Group ha appena chiuso il migliore anno di sempre con una crescita del 17% grazie al lavoro di tanti colleghi che non hanno mai smesso di credere nel progetto e a un team di partner che da soli fanno la differenza nelle proprie specializzazioni, dal media alla creatività, dal digitale alla produzione e al design, e tutti insieme sono una forza straordinaria.” 

“È straordinario e mi rende orgoglioso vedere come siamo riusciti a far fronte così bene alla crisi e ai suoi effetti negativi sul mercato, sui media e sui clienti”, sottolinea Florian Haller, Ceo di Serviceplan Group, a proposito dei risultati della holding. “Vorrei ringraziare tutti i miei colleghi e partner che in questo periodo hanno affrontato in modo eccellente le sfide, non solo professionali ma anche della vita privata. E il fatto che ci siamo uniti per superare un anno così difficile è la testimonianza del tipo di persone e della cultura di gruppo che abbiamo in Serviceplan. A causa della pandemia il fattore umano è diventato significativamente più protagonista: il lavoro a distanza, i formati di eventi ibridi e i processi digitalizzati sono ormai parte indispensabile della nostra vita quotidiana. Oggi e in futuro”.

La pubblicità sarà carbon neutral 

Seviceplan Group continua intanto ad impegnarsi sul fronte della sostenibilità ambientale. Nel marzo 2021, Mediaplus e ClimatePartner hanno lanciato "Green GRP", un iniziativa mirata a compensare le emissioni di carbonio delle campagne di comunicazione. “La nostra visione è che la pubblicità in Germania, e presto anche in altri paesi, diventerà ‘carbon neutral’”, dice Florian Haller. “Secondo la German Advertising Federation, il mercato pubblicitario tedesco vale oggi circa 25 miliardi di euro netti. Se riusciremo ad investire un ulteriore 1% in progetti di compensazione del carbonio, avremo dato un contributo importante alla protezione del clima. E se tutti gli attori del mercato contribuiranno in modo compatto, ad un certo avremo solo campagne climaticamente neutrali”. 


Leggi anche: CON GREEN GRP, MEDIAPLUS PROMUOVE LA PUBBLICITÀ “A IMPATTO ZERO”


Il progetto “Green GRP” è già stato esteso all’Italia e ad altri paesi come Francia, Austria e Svizzera. 

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI

12 OTTOBRE 2022 - ORE 9

Milano, Palazzo Mezanotte - Piazza Affari 6

iscriviti