• Programmatic
  • Engage conference

05/07/2019
di engage

Queryo per l'Università: al via il corso di Digital Marketing a cura dell'agenzia

Durante il seminario, gli studenti avranno modo di approfondire i temi del marketing digitale a 360 gradi: Seo, Sem, Social adv e Google Analytics

queryo-corso-digital-marketing.jpg

Luglio 2019: è questo il momento in cui si inaugura il primo corso Queryo progettato per fornire le basi teoriche e pratiche del Digital Marketing, dedicato gli studenti dell’Università degli Studi di Cagliari. Il corso digital marketing durerà per tutto il mese di luglio, per un totale di 30 ore di formazione, che comprendono lezioni frontali e laboratori pratici, fondamentali per applicare fin da subito le competenze acquisite. Un format dinamico e innovativo, pensato per mettere a disposizione degli studenti l’esperienza sul campo di Queryo, Digital Agency Data Driven, Google Premier Partner certificata. Queryo è una realtà di primo piano nel panorama del web marketing italiano, nata da una forte passione per l’innovazione, vanta oggi un portfolio ricco di grandi marchi nazionali e internazionali fra cui, per esempio Ducati, Kasanova, Lego, Prenatal, Volvo, con collaborazioni pluriennali e un team di professionisti altamente qualificati. Roberto Pala - Ceo & Founder di Queryo - Docente Professor-Practice del corso di digital marketing, seguirà personalmente le attività di laboratorio e la prova finale, che darà diritto al riconoscimento di 3 crediti formativi (CFU). Durante il seminario, gli studenti avranno modo di approfondire i temi del marketing digitale a 360 gradi: Seo (Search Engine Optimization), Sem (Search Engine Marketing), Social adv e Google Analytics, acquisendo un primo asset di competenze tecnico-pratiche fin da subito spendibili nel mercato del lavoro. "Una società che crede nel futuro investe nella formazione. Quella dei giovani, prima di tutto". Con queste parole Roberto Pala ha presentato il corso agli studenti dell’Università di Cagliari. “Tutti, i giovani soprattutto, hanno il dovere di essere curiosi e lungimiranti”, ha spiegato ancora Roberto Pala. “Non possiamo limitarci a percorsi standard e accontentarci di raggiungere il punto d’arrivo predefinito, dobbiamo essere aperti e preparati a raccogliere sfide, ricettivi a nuovi stimoli e pronti a costruire attivamente il nostro futuro”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI