Nuova riorganizzazione per Publicis Media: fonde Blue 449 e Spark Foundry

Cambio di strategia globale per la divisione media di Publicis Groupe. Nel nostro Paese, a breve saranno annunciati la struttura e il portafoglio della “nuova” Spark Foundry. Il co-founder di Blue 449 Phil Georgiadis lascerà la holding

di Simone Freddi
05 marzo 2019
Spark-Foundry-logo

Nuova riorganizzazione per Publicis Media: la holding ha annunciato la fusione di due centrali del network, Blue 449 e Spark Foundry, per dare vita a una nuova agenzia globale sotto il brand di quest’ultima.

In seguito all’operazione il brand Blue 499 resterà operativo in soli tre mercati-chiave: Francia, Stati Uniti e Gran Bretagna. In Italia sarà invece unicamente operativa la “nuova” Spark Foundry, così come in altri 11 mercati: Australia, Canada, Cina, Germana, India, MENA, Messico, Polonia, Russia, Singapore e Spagna.

La struttura locale e il portafoglio dell’agenzia saranno annunciati a breve, ci ha fatto sapere un portavoce di Publicis Media Italia.

La nuova entità di Publicis Media impiegherà 4.200 persone e farà capo all’attuale Ceo di Spark Foundry Chris Boothe. Nel frattempo, il co-fondatore di Blue 449 Phil Georgiadis ha confermato i suoi piani di dimettersi dalla holding. In precedenza, anche il global president di Blue449 Andras Vigh aveva annunciato che avrebbe lasciato il gruppo.

A livello internazionale, il portafoglio dei due network include aziende globali come Mondelez, Campbell, Marriott e Avon.

Una struttura in evoluzione

Entrambe le agenzie sono relativamente nuove all’interno della struttura di Publicis Media, essendo esse stesse il prodotto di fusioni e rebranding. Blue 449 è nata da Walker Media, una centrale indipendente che Georgiadis ha fondato in collaborazione con M&C Saatchi poco più di 20 anni fa, prima che Publicis ne acquisisse la maggioranza nel 2013 (lo scorso mese la holding aveva speso 32,95 milioni di dollari per acquistare le quote restanti). Divenne quindi parte di ZenithOptimedia prima di una ristrutturazione e del successivo ritiro del nome Optimedia a dicembre 2016.

In Italia, l’agenzia era stata lanciata a gennaio 2017 assorbendo gli asset della struttura locale FMCG (tra cui un cliente come Ferrero) sotto la guida di Andrea Di Fonzo, il quale ne ha poi mantenuto la responsabilità anche dopo aver assunto il ruolo di Ceo di Zenith Italy. Spiccano nell’attuale portafoglio italiano della centrale aziende come Crédit Suisse, Disneyland Paris, Siemens Home Appliances.

A luglio 2017 è stata invece un’altra riorganizzazione globale a portare all’abbandono da parte di Publicis Media dello storico brand Mediavest, con la trasformazione della centrale che operava all’interno di Starcom Mediavest Group (SMG) che era conosciuta come Mediavest | Spark in Spark Foundry. Tra i più recenti new business dell’agenzia si segnala la vittoria internazionale nella gara Avon.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.