• Programmatic
  • Engage conference

04/07/2018
di Simone Freddi

Publicis Groupe, presto una sede unica a Milano per tutte le società

Emanuele Saffirio: «Intorno al 2020 il trasferimento, con l'obiettivo di una sempre maggiore integrazione tra creatività, media, digital e tecnologie»

Publicis Groupe trasferirà tutte le proprie società a Milano in un'unica sede e ha già iniziato a valutare le possibili location in grado di ospitare tutte le circa 1.000 persone che impiega in città (sulle 1.400 totali in Italia) per un trasferimento che potrebbe avvenire intorno al 2020. Lo ha detto Emanulele Saffirio, dallo scorso ottobre president di Publicis Groupe in Italia, mercoledì a Milano a margine dell’Assemblea Upa. Anche la multinazionale francese della comunicazione, quindi, è decisa a intraprendere la strada dell'headquarter unico per tutte le aree di competenza, in linea con quanto hanno già fatto o si accingono a fare altri primari player dei servizi di marketing e comunicazione, come Havas e soprattutto WPP, che entro il prossimo anno dovrebbe completare il trasferimento delle sue società nel nuovo WPP Village. Per Publicis, questa operazione si inserisce nella trasformazione del Gruppo avviata due anni fa e che ha portato all’adozione del modello "The Power of One", che poggia su un forte coordinamento tra competenze tradizionalmente distinte. «Il mercato sta cambiando velocemente, l’integrazione tra dati, creatività e tecnologia è sempre più forte, così come l’attenzione delle aziende per la digital transformation», ha commentato Saffirio. Attualmente, le società di Publicis Groupe a Milano sono divise in due sedi distinte: quella di via Borsi, che ospita le agenzie media del gruppo, e quella di Via Bernina, che accoglie tutte le agenzie creative del gruppo nonché, dallo scorso marzo, anche Sapient, la divisione dedicata al digitale. «Un arrivo che ci ha già consentito di sperimentare quanto la condivisione degli spazi faciliti la reale collaborazione», ha detto il manager. Se da una parte, quindi, Publicis Groupe lavora allo sviluppo di soluzioni di Intelligenza Artificiale come Marcel per collegare competenze e professionalità lontane, a costo di non partecipare agli eventi - fatto che non ha impedito al Gruppo Publicis Italia di aggiudicarsi 13 Leoni a Cannes grazie alle campagne iscritte dai clienti - dall’altro il gruppo crede molto nel valore dell’interazione stretta tra i suoi professionisti, nell’ottica di fornire un servizi di qualità ai clienti in ottica “all-in-one”. Un approccio che, per quanto riguarda in particolare Publicis in Italia, porta il gruppo a essere usato come hub creativo da importanti clienti internazionali come Heineken, Diesel, FCA e altri, e che permette alla holding di registrare quest'anno un andamento «molto soddisfacente, in particolare in aree come la consulenza, i dati e le piattaforme», ha detto Saffirio.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI