Oyster all’Engage Conference: «L’elemento umano rende la tecnologia più accessibile»

Videointervista a Patrizia Conte, Amministratore Delegato e Founder, che racconta la filosofia che sta alla base della nascita della nuova società tecnologica

di Caterina Varpi
13 ottobre 2017
Patrizia Conte
Patrizia Conte

Una società tecnologica ma con un occhio attento a quello che è l’essere umano, che rende la tecnologia più accessibile e fruibile: così Oyster si è presentata sul palco dell’Auditorium Iulm.

Si tratta di un abilitatore tecnologico totalmente indipendente, che si propone come anello di congiunzione tra le agenzie/trading desk e gli editori.

A parlarne Patrizia Conte, Amministratore Delegato e Founder di Oyster, che ha spiegato la filosofia della realtà e il suo nome.

Guarda la videointervista a Patrizia realizzata a margine del suo intervento all’Engage ConferenceThe New Video Experience”:

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.