Omnicom-Publicis: per la fusione bisognerà aspettare il terzo trimestre 2014

Alla finalizzazione del merger mancherebbe ancora l’autorizzazione della Cina. Nel frattempo, il bilancio Q4 2013 del gruppo guidato da John Wren rivela dati superiori alle attese

di Alessandra La Rosa
12 febbraio 2014
Omnicom Publicis
Maurice Lévy e John Wren

Bisognerà aspettare almeno il terzo trimestre di quest’anno per vedere finalizzata la fusione tra Omnicom Group e Publicis Groupe.

A dichiararlo è la stessa holding proprietaria dei network Bbdo e Omd. Inizialmente, quando nel luglio 2013 era stato dato l’annuncio formale del merger, la società aveva specificato che l’operazione sarebbe stata conclusa all’inizio del 2014. Ma a quanto pare è necessario più tempo del previsto. Stando a quanto riporta l’agenzia Reuters, infatti, l’operazione sarebbe piuttosto complessa e non avrebbe ancora avuto l’ok dalla Cina. «Abbiamo ricevuto le necessarie autorizzazioni da tutte le altre giurisdizioni», ha tuttavia precisato il chief executive di Omnicom John Wren in una conference call.

Nel frattempo, il bilancio di Omnicom per il quarto trimestre 2013 rivela dati superiori alle attese. I ricavi globali si attestano a 4,06 miliardi di dollari, in crescita del 2,9% sullo stesso periodo del 2012. Il Q4 si è chiuso con un utile di 300,5 milioni di dollari, in calo rispetto ai 307,1 milioni di un anno prima.

 

 

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.