Connected-Stories diventa premium partner di Omnicom Media Group

La holding pubblicitaria guidata dal Ceo Marco Girelli si affida alla creative management platform fondata da Claudio Vaccarella

di Lorenzo Mosciatti
03 giugno 2020
Claudio Vaccarella, Ceo di Connected-Stories
Claudio Vaccarella, Ceo di Connected-Stories

Omnicom Media Group potenzia la sua offerta basata su un modello strategico data driven con la creative management platform di Connected-Stories come premium partner.

Attraverso questa partnership, Omnicom Media Group, gruppo attivo a livello mondiale nell’utilizzo e nella creazione di dati e audience in tutti i processi di strategia e planning pubblicitari, conferma l’importanza sempre più fondamentale della personalizzazione del contenuto e dell’eliminazione delle barriere tra strategia media e creativa.

«Momenti storici come questo ci fanno capire quanto sia importante la personalizzazione e l’unicità di quello che comunichiamo», afferma Marco Girelli, Ceo di Omnicom Media Group. «La collaborazione con start-up tecnologiche italiane in grado di fare la differenza sul mercato globale è sempre stato un punto di forza e di vanto per Omnicom Media Group. La stretta collaborazione con Connected-Stories ci consente di aumentare ulteriormente la qualità del servizio per i nostri clienti offrendo le migliori soluzioni sia per il mercato di oggi sia per quello di domani».

Nello scenario attuale, l’attenzione e la profilazione del consumatore sono diventate le risorse più preziose per un brand. Facendo affidamento sul potere dei dati, le strategie media da qualche anno guardano sempre più al mondo programmatic. Ma i brand di successo hanno già capito che l’utilizzo della profilazione dei dati non può vincolarsi solo alla fase di acquisto media e che questa non è la loro unica applicazione ad impattare nelle performance di campagna.

MARCO-GIRELLI-OMG
Marco Girelli

La pubblicità non può permettersi di rimanere statica e unilaterale. Gli annunci non riguardano più la consegna di un messaggio, ma offrono la possibilità alle aziende di intraprendere conversazioni dinamiche con il proprio pubblico ed aumentare le interazioni direttamente con i loro supporti multimediali.

Tramite la piattaforma Connected-Stories, OMG è ora in grado di offrire ai suoi clienti una gestione end-to-end di tutti gli aspetti legati alle creatività sia video sia rich-media. Dall’automatizzazione dei processi creativi alla possibilità di personalizzare i contenuti con estrema granularità, i clienti Omnicom avranno ora l’opportunità di disegnare strategie creative data-driven accompagnando l’utente tramite tutta la consumer journey.

Per il founder e CEO di Connected-Stories, Claudio Vaccarella, questa collaborazione è la prova della capacità dell’azienda di crescere al ritmo dettato dai leader del settore pubblicitario. “Siamo grati che Omnicom abbia selezionato la nostra soluzione per offrire ai propri clienti un approccio innovativo alla produzione e distribuzione dei contenuti pubblicitari. Abbiamo creato la nostra piattaforma solo tre anni fa ed è bello vedere come il nostro prodotto abbia già suscitato l’interesse di un gruppo globale come Omnicom. Questa collaborazione è il riconoscimento che il nostro team e la nostra piattaforma sono in grado di gestire la complessità e la scalabilità che un gruppo globale richiede”.

Connected-Stories, startup con uffici in Italia e negli Stati Uniti, sfrutta sia le informazioni dei big data sia la precisione del machine learning per inserire informazioni rilevanti ed elementi interattivi direttamente negli annunci video in maniera dinamica.

«L’importanza di affinare la comunicazione consente di alzare l’asticella qualitativa legata agli investimenti pubblicitari, ultimando in questo modo il processo di comunicazione personalizzata su base dati/audience che è sempre stato uno dei nostri punti di forza. Questo consentirà di aumentare l’efficacia e l’efficienza lavorando su tutte le fasi del funnel migliorando diversi kpi, incrementando le ad-recall e tutte le interazioni fino alla generazione di lead o sales. Questo ci permetterà di mettere a disposizione dei nostri clienti e partner una tecnologia abilitante per le connected tv ed altri modelli media da un passaggio da statico e tabellare ad uno interattivo», afferma Davide Tremolada, direttore Tech & Media activations di OMG.

Ma il valore portato dalle tecnologie innovative non dovrebbe essere minacciato dalla difficoltà di usarle. La piattaforma Connected-Stories è infatti progettata con l’intento di essere il più snella possibile per gli inserzionisti.

«Le marche devono rafforzare l’efficacia della loro interazione tra consumatori e marchio. Ma richiedono anche strumenti intuitivi per trasformare questa relazione in realtà», spiega il direttore delle vendite di Connected-Stories Luca Marconato. «Il nostro obiettivo in Connected-Stories è quello di mettere le tecnologie più avanzate ed efficaci al servizio di creativi, media buyer ed esperti di marketing. Ecco perché ci impegniamo ogni giorno per rendere la nostra piattaforma sempre più facile da usare senza diminuirne la sofisticatezza».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial