• Programmatic
  • Engage conference

20/01/2020
di Simone Freddi

OMG accelera sul tema sostenibilità e pensa a un'offerta dedicata. Girelli: «I centri media non possono più avere un ruolo passivo»

La divisione media di Omnicom ha organizzato a Milano l’evento “Intelligenze Vegetali”. Intanto, Girelli conferma la vittoria nella gara Zalando e l’arrivo in Italia di Hearts & Science

Da sinistra: Stefano Mancuso e Marco Girelli

Da sinistra: Stefano Mancuso e Marco Girelli

Parlare di sostenibilità non significa solo aprirsi a un approccio “green”, ma anche interrogarsi su modelli alternativi di organizzazione, sviluppo e anche comunicazione che abbiano un impatto sociale positivo di breve e lungo termine. Il tema sta a cuore a Omnicom Media Group, che ha aperto la nuova decade 2020 con un incontro dedicato a clienti, partner, stampa e colleghi dal titolo “Intelligenze vegetali: le piante come nuovo modello per il nostro futuro”. L’evento è andato in scena venerdì 17 gennaio allo spazio Mari&CÒ di Milano ed è stato impreziosito dalla presenza di Stefano Mancuso, scienziato di prestigio mondiale, professore all’Università di Firenze e fondatore della Neurobiologia Vegetale. IN un coinvolgente intervento, Mancuso ha guidato gli ospiti in un’interessante esplorazione del mondo delle piante per trarne insegnamenti rispetto al nostro modo di organizzarci, di gestire le nostre relazioni e il nostro modo di comunicare. Presente anche Ohga, la testata digitale del gruppo Ciaopeople che si occupa di benessere, sostenibilità e health. L’esperienza del magazine ha portato alla nascita di "Ohga et Labora", rubrica che racconta nuove idee di business sostenibili. Nel corso dell’evento è stata raccontata una di queste: Wiseair, la startup che ha creato il vaso Arianna che monitora la qualità dell’aria e che coinvolge i cittadini come parte attiva del cambiamento. Per Ohga sono intervenuti Giorgio Mennella, Advertising Director di Ciaopeople, Simona Cardillo, direttore responsabile Ohga, e Fulvio Bambusi, cofondatore Wiseair. Giorgio Mennella a Intelligenze Vegetali Per OMG, il Ceo Marco Girelli ha invece sottolineato come interrogarsi su modelli alternativi di organizzazione, sviluppo, comunicazione, distribuzione della conoscenza e dell’informazione sia una responsabilità di tutti, in particolare di chi opera in contesti di mercato complessi e in continua evoluzione come quello della comunicazione. «Oltre al concetto di sostenibilità come approccio “green”, che è comunque un dovere a cui tutti siamo chiamati e rispetto al quale in OMG stiamo attivando diverse iniziative interne, tra cui l'impiego di risorse tradizionalmente destinate ai regali di Natale per la piantumazione di 600 alberi presso il Parco Nord di Milano (la cerimonia sarà a marzo, ndr), mi riferisco a un cambio di mindset per immaginare nuovi mondi possibili, in cui le strutture organizzative siano più flessibili e modulari, i rapporti con clienti e fornitori più trasparenti e l’approccio verso le rivoluzioni tecnologiche che influenzano le nostre vite e il nostro lavoro siano orientati da punti di vista nuovi e perché no, anche bioispirati». Scopo dell'evento, quindi, è stato quello di creare un momento di confronto e ispirazione attorno a temi che troveranno sempre più spazio nell'agenzia del decennio appena iniziato, all'interno di un impegno di Omnicom che promette du farsi sempre più concreto fino a dar vita in futuro, perché no, a una struttura interna dedicata al tema della sostenibilità, a servizio dei clienti. «E' prematuro, ma il punto d'arrivo potrebbe essere quello», ci ha detto a margine Girelli. «Aziende come la nostra non possono più avere solo un ruolo passivo su temi così importanti», ha commentato in chiusura il manager, prima di confermare la vittoria di OMG nella gara Zalando e il lancio della nuova centrale Hearts & Science in Italia nei mesi a venire.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI