• Programmatic
  • Engage conference

27/09/2018
di Cosimo Vestito

Nasce Moving Tech, polo per l’innovazione dei media e la digital transformation

Intanto Moving Up, la società guidata di Marco Valenti che ha supportato il progetto, si riposiziona proponendosi al mercato come Digital Hub. Nel team Simone Marchese, Federica Cricchio e Riccardo Curcio

Da sinistra, Simone Marchese, Federica Cricchio e Riccardo Curcio

Da sinistra, Simone Marchese, Federica Cricchio e Riccardo Curcio

Moving Up aprirà un polo tecnologico dedicato ai media e alla trasformazione digitale. L'annuncio sancisce anche un riposizionamento della società fondata e guidata da Marco Valenti, che d'ora in avanti si presenta al mercato come hub digitale. La nuova struttura, chiamata Moving Tech, fornirà servizi di sviluppo software ad aziende di ogni dimensione interessate a dotarsi di soluzioni tecnologiche per la loro innovazione. Prosegue dunque il processo di costituzione di Moving Up Holding, anticipato nel mese di luglio. «Siamo lieti di annunciare che da questo autunno siamo pronti a dare spinta vitale al nostro nuovo posizionamento, che prende il via con Moving Tech, prima start-up a fare parte di questo progetto che vedrà nascere a breve un prodotto proprietario scalabile a livello internazionale basato su micro-servizi, per permettere ad aziende di ogni dimensione e settore di dotarsi di servizi e software flessibili per l’automatizzazione ottimizzata dei loro processi di business», dichiara Valenti. Moving Tech rappresenta dunque il primo componente di un Digital hub che si propone di portare su scala nazionale e internazionale soluzioni IT capaci di soddisfare le esigenze di innovazione e modernizzazione tecnologica. A guidare il nuovo polo tecnologico sarà Salvatore Morfea, che entra in Moving Up nel ruolo di Software Architect; avrà il compito di presiedere alla progettazione delle funzioni e delle specifiche di programmi e applicativi informatici. Insieme con Valenti, gli atri cofondatori di Moving Tech sono professionisti operativi dalla sede centrale di Palermo quali Simone Marchese, sistemista specializzato in tecnologie di virtualizzazione, la back-end developer Federica Cricchio e Riccardo Curcio, ideatore e capo del progetto nel ruolo di Chief Technology Officer . «È per me un onore poter contribuire alla nascita di un nuovo polo tecnologico tutto italiano, occupandomi dello sviluppo delle linee di business di una società a cui viene data l’opportunità di collocarsi in maniera qualificata nei mercati digitali globali. Possiamo contare su una conoscenza approfondita delle tecnologie software più avanzate e, con riferimento specifico al mercato digitale, di una visione accurata delle esigenze di un settore in continua e veloce evoluzione», afferma Curcio. Moving Tech ha l'obiettivo di divenire la tech company a supporto anche dello stesso gruppo Moving Up per lo sviluppo di tecnologie proprietarie da mettere al servizio dei media, dell’IoT e della trasformazione digitale. «Al cuore di Moving Tech vi sono lo sviluppo e la progettazione di strumenti tecnologici proprietari in grado di sostenere in maniera flessibile e automatizzata strategie di innovazione al passo con i tempi, ponendo al centro sempre le esigenze degli utilizzatori finali», precisa Curcio. Un approccio che risponde alle attese dello stesso Valenti, secondo cui anche in ambito digitale è fondamentale mantenere il focus sull’utente finale, elemento a cui fare riferimento per risolvere le principali criticità che si trova oggi a fronteggiare ogni industria, in particolare quella digitale, come ad esempio l'automazione della pianificazione digitale, la dispersione di impression e budget, la misurabilità qualitativa oltre che quantitativa e la sicurezza.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI