Con Mosaicoon il contenuto diventa media: nasce CPVplus

Allo IAB Seminar l’azienda presenta il suo nuovo modello che permette ai brand di fornire rapido accesso ad una quantità illimitata di contenuti video essenziali e di acquistare i video in base alle views

di Caterina Varpi
17 ottobre 2016
mosaicoon-ugo-parodi-giusino
Ugo Parodi Giusino

Il video non è più soltanto un formato pubblicitario ma costituisce il nuovo linguaggio naturale del digital, che i brand devono saper usare se vogliono intrattenere relazioni qualificate con i propri pubblici. La difficoltà produttiva di un video rende tuttavia difficile realizzare una strategia differenziata per mezzo, creando un gap che allontana le aziende dal raggiungimento del proprio potenziale comunicativo.

Mosaicoon propone allo IAB Seminar dedicato al video advertising la soluzione per colmare questo gap con “ll contenuto diventa media: nasce il CPVplus”, in programma il 18 ottobre alle 11.25 al MiCo.

Attraverso la propria tecnologia Mosaicoon lancia un nuovo modello, fornendo ai brand rapido accesso ad una quantità illimitata di contenuti video essenziali per soddisfare le proprie esigenze di storytelling quotidiano, che l’azienda chiama infatti Essentials. Il tutto supportato da un software proprietario che consente di sviluppare una video strategy a partire da una “ricognizione” sugli item che il brand comunica, e che per questo Mosaicoon ha denominato Sonar.

Inoltre, questo nuovo modello permette di valorizzare il contenuto stesso. Un video che non viene visto è un video che non esiste, e al contrario ha tanto più valore quante sono le visualizzazioni che sviluppa. Mosaicoon, per questo presenta CPVplus, uno standard che permette ai brand di acquistare il video in base alle sue views, un arricchimento del CPV con quella parte di contenuto che è connessa in modo imprescindibile alle performance della campagna.

Una soluzione nata dopo oltre sei anni di investimenti in ricerca e sviluppo.

essentials

Alla vigilia dell’evento organizzato da Iab Italia, Engage ha contattato Ugo Parodi Giusino, Ceo e fondatore di Mosaicoon, che presenterà il modello durante il Seminar.

«Mosaicoon è il primo enabler che ha creato la perfetta fusione tra contenuto video e performance, inventando il CPVplus. Con questo nuovo standard, per la prima volta, brand e centri media possono acquistare grandi quantità di contenuti video Essentials ottimali per le pianificazioni di advertising digitale e per le esigenze quotidiane di storytelling sui social – pagandoli in base alle views effettive. Una rivoluzione che parte dalla creatività e arriva al media. Abbiamo inoltre sviluppato una soluzione che ci metta in condizione di progettare la video strategy di un brand a partire dalle sue reali esigenze di comunicazione: è Sonar, il nostro software che mappa i brand item e misura il potenziale comunicativo a cui può arrivare un’azienda con una giusta video strategy. Per Mosaicoon la tecnologia significa questo: liberare il potenziale».

Per quanto riguarda la community di creativi che realizza i video, Ugo Parodi Giusino specifica che: «La nostra non è una semplice community di crowdsourcing: noi non ci limitiamo a delocalizzare il processo creativo e la produzione di contenuti. Non siamo una smart choice che fa lo “spot tv” a un prezzo più basso. Mosaicoon consente su scala globale a migliaia di Creators, tra art director, video makers, piccole case di produzione, autori e visionari, di mettere a reddito le proprie produzioni, di alimentare costantemente l’universo di video Essentials da cui i brand possono attingere per la propria long term video strategy. La sharing economy ha ispirato il nostro modello e ci ha permesso di realizzare quella che da sempre è la mission di Mosaicoon: trovare una destinazione al talento creativo».

Anche in ambito video si parla sempre di più di programmatic: «La nostra piattaforma prevede la possibilità, attraverso un algoritmo proprietario e brevettato, di modificare i contenuti video Essentials in base alle performance effettive. Non ci limitiamo a cambiare il canale di distribuzione, cambiamo anche il contenuto, grazie alla vastità di video Essentials presenti nella nostra piattaforma. Per noi questo è il vero programmatic video».

Per L’agenzia: «Il 2016 è stato un anno di fortissima crescita: abbiamo superato i 90 dipendenti, aperto al mercato asiatico – siamo presenti adesso in 8 sedi nel mondo – e rafforzato il nostro investimento sulla tecnologia grazie al più alto round B di investimento chiuso in Italia negli ultimi anni. Una formula che è valsa all’azienda un forte riconoscimento dalla stampa internazionale e, da poco, il titolo di “Most Innovative Company of the Year”; con l’attribuzione dello Stevie Award: uno dei premi più ambiti in ambito tecnologico, assegnato in passato ad aziende come Apple e Amazon».

Per illustrare la sua offerta l’azienda rilancia anche il suo nuovo sito www.mosaicoon.com.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.