Michele Marzan nuovo chief executive officer di Teads Italia

Il manager lascia dopo 9 anni la poltrona di Regional Director Southern Europe di zanox per guidare la sede italiana dell’azienda leader nel video outstream

di Teresa Nappi
06 luglio 2015
Michele-Marzan-Teads-Italia

Teads sceglie Michele Marzan come nuovo ceo della sede italiana. Una nomina importante che avviene a distanza di nove mesi esatti dal rebranding dell’azienda che ha rappresentato prima di tutto un nuovo posizionamento del progetto sia da un punto di vista di offerta tecnologica che di strategia nel mercato del digital advertising. Una scelta fortemente strategica che andrà a ridefinire gli obiettivi d’innovazione che stanno caratterizzando Teads, in prima linea nel mercato della pubblicità video su internet in primis con le sue soluzioni outstream come l’InRead.

Dai primi di luglio, dunque, al comando del mercato tricolore si è insediato Michele Marzan. Poche parole sono necessarie per descrivere l’esperienza del manager, volto più che conosciuto nel mondo del digitale italiano. Quarantasette anni, laureato in ingegneria gestionale, da oltre 15 anni lavora nel digitale. Già membro del board e vice presidente di IAB Italia, dopo nove anni Marzan lascia la poltrona di Regional Director Southern Europe di zanox, gruppo Axel Springer, per guidare la sede italiana di Teads. Una nomina importante racchiusa in una scelta fortemente strategica per ridefinire gli obiettivi d’innovazione che stanno caratterizzando Teads nel mercato della pubblicità video su internet.

Appena insediato Marzan ha sottolineato che «gli ultimi due trimestri di quest’anno mi vedranno coinvolto a sostenere la crescita del team italiano già di 30 unità, delle relazioni di business e, inoltre, della nostra divisione mobile per la quale prevediamo un incremento del 30% rispetto al 2014».

Ovviamente, questi sono solamente alcuni degli obiettivi di Marzan che è già concentrato sul rafforzamento delle strategie per il team publishing: «un gruppo che ogni giorno lavora per allargare l’offerta d’inventory premium e viewable, così da garantire agli advertiser l’ottimizzazione dei loro investimenti su ogni singola impression e per ampliare le opportunità di valorizzazione dei publisher attraverso soluzioni tecnologiche che prima non esistevano, meglio rappresentate dal nostro format inRead e dalla nostra piattaforma SSP proprietaria», ha continuato Marzan.

Il nuovo manager conta su un background consolidato da esperienze internazionali in più mercati, che «ci aiuterà a dare il miglior supporto all’azienda, soprattutto, sul mobile e sul programmatic advertising, perché siamo solamente all’inizio del vero new media, e questa è la migliore premessa per un futuro di successi».

Successi che passano per una vera e propria “rivoluzione video”, espressione con la quale «intendiamo un approccio, che nei prossimi mesi, sarà sempre più definito nelle logiche del “TeadStyle”. Di primo acchito potrebbe sembrare la semplice definizione di un claim, ma assicuro che entrando a far parte della squadra italiana di Teads ho subito intuito che, invece è la chiave di lettura della sua rinnovata value proposition, inaugurata lo scorso gennaio con nuovo finanziamento di 24 milioni di euro a seguito di un 2014 chiuso a quasi 100 milioni di euro di fatturato», dichiara ancora Marzan.

La nomina del manager ai vertici della sede italiana, si inserisce in una strategia di crescita globale: «L’azienda ha innescato un percorso di crescita internazionale facendo leva sui necessari e principali ingredienti: capacità di attrarre i talenti, reinventare il settore del video advertising e mettere l’esperienza internazionale a fattore comune. Sono un mix di strategie che rispondono in maniera immediata allo sviluppo di un mercato prezioso che nel 2016, secondo Magna Global, raggiungerà un fatturato pari a 11,6 miliardi di dollari a livello mondiale e che in Italia ha raggiunto nel 2014 i 300 milioni e con una crescita annua media 2013-2015 di oltre il 20%. Un dato su tutti che certifica che la pubblicità video su internet non è che il miglior formato per le attività di digital branding, per creare engagement con gli utenti e per supportare lo storytelling che è sempre più al centro delle moderne logiche di comunicazione».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.