Mediamonks in pole nella gara per la pubblicità digitale globale di Braun

Procter & Gamble avrebbe deciso di puntare sull’agenzia che fa capo alla S4 Capital di Sir Martin Sorrell. Alla consultazione ha preso parte Possible di Wpp

di Lorenzo Mosciatti
14 dicembre 2018
braun-spot-ok

Si sarebbe chiusa con la scelta di Mediamonks la gara avviata da Procter & Gamble per la scelta dell’agenzia digitale di Braun a livello globale. Secondo quanto riporta Campaign, l’altro contendente, l’agenzia Possible di Wpp Group, sarebbe stato infatti eliminato dal pitch.

MediaMonks è la società comprata lo scorso luglio dalla S4 Capital di Sir Martin Sorrell, l’ex ceo di Wpp dimessosi dal gruppo lo scorso aprile. Contattati dai giornalisti di Campaign né Mediamonks, né Procter & Gamble hanno voluto rilasciare dichiarazioni in merito alla notizia.

Wpp si occupa già della pubblicità del marchio di rasoi con l’agenzia Grey, scelta nel 2016 dopo una gara che l’ha vista contrapposta a BBDO per la creatività globale.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.