• Programmatic
  • Engage conference

03/08/2018
di Caterina Varpi

MagillaGuerrilla si rifà il look e punta alle grandi aziende

Il rebranding coinvolgerà il sito web e il restyling dell’impianto visuale, oltre che le strutture e gli obiettivi aziendali

MAGILLA_Rebranding.png

Il 2018 è un anno di cambiamenti per MagillaGuerrilla. L'agenzia ha annunciato un rebranding che nasce dalla volontà di rivolgersi a grandi aziende e multinazionali per offrire progetti di comunicazione e marketing integrati. La novità più grande, oltre ai cambiamenti di immagine, è la nascita della distinzione tra MagillaGuerrilla srl, l’azienda, e Magilla, la digital agency che diventa un brand a sé stante. Sono tanti i progetti in cantiere e l'agenzia ha bisogno di essere autonoma mentre l’azienda progetta nuove sfide e guarda a nuovi orizzonti. La nuova immagine rispecchia la volontà di MagillaGuerrilla di puntare sempre più in alto ed esalta le caratteristiche che la contraddistinguono. Una banana che da solida diventa liquida ma che allo stesso tempo riesce a mantenere intatte le sue proprietà è l’immagine che Magilla ha scelto per raccontare al pubblico il suo spirito di adattamento creativo. Non poteva scomparire il gorilla, che, anche se cambiato ed evoluto, è sempre il punto cardine del logo. Il rebranding visuale di Magilla è stato affidato al nuovo Art Director dell’agenzia, Michele Florio, entrato quest’anno nel team. Il nuovo sito è al momento in lavorazione ma all’indirizzo https://magillaguerrilla.it/ si può avere un assaggio del nuovo look di Magilla e consultare la presentazione aziendale. La piattaforma sarà pronta in autunno, ma nel frattempo, oltre alla preview nel nuovo visual, ci si può divertire con il generatore automatico di scuse che giustifica il fatto che il sito non è momentaneamente online. Quest’anno la realtà ha vissuto diversi cambiamenti, come l’internalizzazione del reparto sviluppo grazie all’entrata in società di Giacomo Amelotti, una delle novità che hanno creato la possibilità per MagillaGuerrilla di confrontarsi con progetti strutturati. L’agenzia è stata messa davanti a sfide importanti come i progetti realizzati per Segafredo Zanetti, Banca di Bologna o Italgraniti Group che hanno impiegato tutte le aree di MagillaGuerrilla, dallo sviluppo web all’ideazione creativa, dalla gestione social alla pianificazione dell’advertising, mettendo al lavoro un team coeso caratterizzato da diversi know how.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI