• Programmatic
  • Engage conference

06/12/2019
di Caterina Varpi

M-Cube acquisisce il 100% di Storever per 15 milioni

L'operazione arricchisce il portafoglio di M-Cube portandolo a oltre 400 brand clienti per oltre 45 mila punti vendita serviti in tutto il mondo

Manlio Romanelli

Manlio Romanelli

M-Cube Digital Engagement, gruppo italiano attivo nella realizzazione di soluzioni audiovisive per il marketing in-store che si appresta a chiudere il 2019 con 45 milioni di bilancio consolidato, ha acquisito il 100% di Storever, azienda internazionale operante nei servizi di radio in-store e digital signage parte del Gruppo Audio Valley SA. Con sede legale in Belgio e filiali operative in Francia, Germania, Spagna e Cina, ha all’attivo oltre 170 clienti in 60 Paesi per 16.000 negozi in tutto il mondo. L'operazione, da 15 milioni di euro, arricchisce il portafoglio di M-Cube portandolo a oltre 400 brand clienti per oltre 45 mila punti vendita serviti in tutto il mondo. L’azienda, nata a Trieste nel 2001, diventa così il primo Gruppo europeo nel settore della radio e digital engagement in-store, riporta il comunicato stampa. L'attuale ceo del gruppo Storever, Bernd Hofstoetter, rimarrà operativo nel gruppo M-Cube. Manlio Romanelli, ceo M-Cube, commenta: “Questa acquisizione permette al gruppo M-Cube di unirsi a uno storico operatore del settore consolidando la presenza in Francia e Cina dove siamo già operativi e permettendoci un ingresso da protagonisti nei mercati di Belgio, Germania e Spagna”. Continua, così, lo sviluppo dell'azienda, come racconta Romanelli a Engage: M-Cube, oltre a consolidare sempre di più la sua presenza in Europa attraverso l’aumento di punti vendita con postazioni audio-video gestite, continuerà nello sviluppo e proposta al proprio portfolio clienti di soluzioni e applicazioni omnichannel per portare le logiche online anche nel negozio e trasformarlo il momento più importante dell’esperienza d’acquista». Per il prossimo anno: «Dopo 5 acquisizioni negli ultimi 14 mesi e l’apertura di un nuovo centro logistico e operativo per supportare i progetti nazionali e internazionali, l’obiettivo per il 2020 è aprire nuove branch estere per rendere il Gruppo sempre più transnazionale. Inoltre M-Cube è costantemente alla ricerca di professionisti del settore ICT che possano ampliare e supportare i progetti dei brand clienti su scala nazionale e internazionale».

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI