Lumata cresce a 2 cifre nel 2015 e punta sul mobile video adv

Filippo Arroni, head of Advertising, ci illustra gli obiettivi della società per l’anno prossimo: un ulteriore incremento delle performance, anche grazie a nuove concessioni, e una maggiore focalizzazione su programmatic, dati e video, dove si preannuncia una “importante novità”

di Alessandra La Rosa
20 novembre 2015
filippoarroni-3b-lumata
Filippo Arroni

Quarantatre nuovi clienti, sei prodotti premium in costante evoluzione, e tante novità da venire, tra cui un arricchimento dell’offerta in ambito video advertising su Mobile e l’ampliamento del network di publisher.

Grazie a tutti questi elementi, Lumata si appresta a chiudere il 2015 con una crescita a doppia cifra rispetto al 2014, e con obiettivi ben chiari per l’anno prossimo: un incremento delle performance altrettanto importante, anche grazie a nuove concessioni e nuovi prodotti, e una maggiore focalizzazione su alcuni asset, tra cui il Programmatic, i dati e il video.

Ne abbiamo parlato con Filippo Arroni, head of Advertising di Lumata.

Come sta andando Lumata in termini di performance? Come chiuderete l’anno e quali obiettivi vi siete posti per il 2016?

A dispetto di una partenza difficile perché il mercato, soprattutto nel Q1, è stato stagnante, abbiamo recuperato bene nel corso dei successivi quarter, con un over performance in Q3 e un promettente Q4. Nel complesso proiettiamo una crescita a 2 cifre rispetto al 2014. Per quanto riguarda il 2016 non siamo ancora entrati nella fase di budgeting ma sicuramente proietteremo una crescita importante, anche in virtù del fatto che il team sta crescendo (nei giorni scorsi la società ha annunciato l’ampliamento della squadra commerciale con quattro nuovi ingressi, ndr) e che muterà, in positivo, anche il perimetro in termini di nuove concessioni e nuovi prodotti.

Come si compone attualmente l’offerta di Lumata?

I pillar della nostra offerta sono rappresentati da 6 prodotti, alcuni storici, altri lanciati quest’anno: continuiamo ad espandere e migliorare il nostro Lumata Mobile AdNetwork che oggi sviluppa circa un miliardo di impression/mese su smartphone in Italia e sul quale gestiamo principalmente campagne performance volte all’acquisition ma anche campagne “branding” attraverso rich media. Portiamo avanti dal 2012 con grande successo e soddisfazione la commercializzazione di Waze, principale social navigator a livello globale e straordinaria piattaforma di comunicazione rivolta soprattutto al target “automotive”. Siamo inoltre concessionari esclusivi di H3G per quanto riguarda il DB SMS sul quale proiettiamo una crescita importante quest’anno e che è uno strumento straordinario per generare traffic store  su tutto il comparto retail. Abbiamo lanciato l’offerta di Huffington Post su Mobile e Tablet grazie ad un accordo in esclusiva con Manzoni, l’app Serie A Tim che ci permette di migliorare la nostra offerta sul target “sport”. Da ultimo, abbiamo sviluppato, in collaborazione con le compagnie di Telecomunicazione, il Mobile Profiling, primo prodotto al mondo di Mobile Display certificato con dati delle Telco stesse. Ovvero per la prima volta è oggi possibile pianificare delle campagne pubblicitarie Display profilate attraverso dati certificati, veri, che provengono dal documento di indentità degli utenti, il tutto nel rispetto della Privacy in virtù del fatto che pianifichiamo su base cluster anonimizzati.

Ci sono degli asset della vostra offerta di servizi che stanno performando particolarmente bene, e che avete intenzione di potenziare nel prossimo futuro?

Il canale SMS sta andando bene al di là di ogni previsione dal momento che è un prodotto maturo così come sta over-performando Waze sul quale proiettiamo una crescita del 100% rispetto all’anno scorso. Il mondo Display cresce, sia lato performance che posizionamento/branding. Siamo molto concentrati sull’arricchimento dell’offerta in ambito video advertising su Mobile e lanceremo a breve un’importante novità in questo ambito. Oltre a ciò siamo alla continua ricerca di nuovi publisher e saremo in grado di comunicare presto delle novità in merito.

A proposito di novità, qual è la situazione di Lumata sul fronte del new business?

Siamo da sempre molto concentrati sul new business, oltre che alla crescita del valore medio del cliente acquisito, e in questo ambito abbiamo ad oggi portato a bordo 43 clienti nuovi tra i quali spiccano P&G, Warner Bros, Nike, Henkel, Ikea, Poste, Deutsche Bank, KIA, Huawei, PAM e Ford.

Chiuso il 2015, quali saranno le principali sfide che vi attendono per il 2016?

Continuare la nostra azione di education sul mercato per convincere definitivamente i brand che il Mobile deve essere considerato come media strategico stand alone, non come un’extension delle campagne desktop. Consolidare la nostra partnership con Rubicon per quanto riguarda il Programmatic, confermare il nostro posizionamento unico sui dati e crescere sostanzialmente per quanto riguarda il video.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.