Low (The Big Now) allarga la sua offerta alle digital PR. Nuovi ingressi nel team

La unit guidata da Massimiliano Chiesa presidia nuove aree di comunicazione grazie anche agli ingressi di Francesca Ferioli (Digital PR Strategist), Manolo Trebaiocchi (Social Media Strategist) e Giulia Mandalà (Creative Strategist)

di Caterina Varpi
04 aprile 2017
Massimiliano Chiesa
Massimiliano Chiesa

Cresce nel 2017 il new business di Low, la unit di The Big Now guidata da Massimiliano Chiesa, Co-Founder e Chief of Creative Innovation della struttura di cui è Ceo Emanuele Nenna.

Negli ultimi sei mesi di attività, la unit, che ha raddoppiato fatturato e componenti del team, ha ampliato il suo portfolio clienti italiani e internazionali del settore fashion, luxury e beauty, e oggi integra la propria offerta di comunicazione aprendosi a nuove aree strategiche come quella delle digital PR.

In questa direzione si inserisce l’ingresso di Francesca Ferioli, Digital PR Strategist proveniente dall’agenzia Digital Brand Architects, già al lavoro nello studio e nella gestione di progetti di comunicazione basati sul coinvolgimento degli influencer e delle fashion community.

Anche altre aree di Low crescono: Manolo Trebaiocchi rafforza le competenze in ambito social media, mentre l’arrivo di Giulia Mandalà, Creative Strategist, sottolinea ulteriormente la stretta vicinanza tra pensiero strategico e creatività.

New Entry_Team_Low_TheBigNow_2017

«Low vive quotidianamente nello spazio d’interazione tra brand e clienti finali, lavorando tra prodotto e comunicazione per sviluppare nuove abitudini di fruizione del contenuto e produrre esperienze memorabili. – commenta Massimiliano Chiesa – Sono quindi molto soddisfatto di poter rinforzare il team con nuovi talenti che ci permettono di ampliare l’offerta di servizi».

«I mondi del lusso, del fashion e del beauty richiedono la conoscenza di una grammatica specifica – aggiunge Emanuele Nenna.– La scelta di creare un team dedicato a queste industry guidato dalla competenza verticale del mio socio Massimiliano Chiesa, sta pagando in termini di risultati: i clienti di quel settore riconoscono Low come uno dei partner più brillanti e affidabili del panorama italiano. E molto spesso, sui budget dei grandi brand, ci troviamo a competere solo con sigle internazionali».

Low lavora con brand e gruppi internazionali come LVMH e Kering, Philippe Model e NYX Cosmetics e con realtà italiane a vocazione internazionale come Albini Group, Gruppo Miroglio, Dedar, Folli Follie e Marco de Vincenzo.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.