• Programmatic
  • Engage conference

01/10/2018
di Cosimo Vestito

Ecco Local Strategy, startup italiana dedicata alla local marketing automation

La realtà fondata da Luca Bove si rivolge al mercato dei grandi marchi per consentire una gestione centralizzata e automatizzata della visibilità digitale e aumentare così il traffico nei punti vendita

Luca Bove

Luca Bove

Si presenta al mercato Local Strategy, la prima realtà italiana a specializzarsi in Local Marketing Automation per il mercato dei grandi marchi, che hanno l’esigenza di gestire network di punti diffusi sul territorio nazionale o internazionale. La startup può contare su oltre 10 anni di esperienza del fondatore Luca Bove nelle strategie e tecniche di Local Marketing digitali, e vanta un parco clienti attivo di migliaia di punti presenti in oltre 45 Paesi, gestiti attraverso una piattaforma proprietaria pensata in modo specifico per le esigenze di grandi aziende. «I marchi nazionali perdono ogni anno un'enorme quantità di business locale a causa di informazioni digitali inesatte e, di conseguenza, della scarsa rilevanza nei listati di ricerca locali. È importante invece comprendere che i punti vendita sul territorio sono l’asset digitale più importante dell’azienda», ha dichiarato Bove. Local Strategy è proprietaria di una piattaforma tecnologica, chiamata Local CMS, che consente di automatizzare la gestione delle informazioni locali, capitalizzando così tutto il traffico locale che i grandi network possono intercettare dal territorio. La soluzione è stata sviluppata in oltre 2 anni di test & learn, lavorando con grandi network italiani ed internazionali. LocalCMS centralizza, uniforma e gestisce i dati dei punti vendita, permettendo di inserirli, modificarli e cancellarli in autonomia. Non si parla soltanto di NAP (Name, Address, Phone Number) ma anche di informazioni a valore aggiunto che aiutano a scegliere il punto vendita: orari di apertura/chiusura, aperture/chiusure straordinarie, metodi di pagamento, mappe, profili social, categoria, keywords, prodotti e servizi offerti, specialità, offerte speciali, ecc. «Il passaggio più critico è di solito la creazione e la gestione del Listing dei punti territoriali. Si tratta di informazioni spesso sparse in più reparti dell’azienda o in più Paesi e senza una chiara governance», ha aggiunto Bove. In questa fase, Local Strategy affianca l’azienda passo dopo passo, aiutandola a raccogliere, uniformare, arricchire e gestire il Listing affinché diventi un asset aziendale che porta valore. «Dalla nostra esperienza, la gestione automatizzata delle informazioni locali attraverso la piattaforma di LocalCMS consente al Brand di risparmiare più del 62% del tempo speso con una gestione manuale, con enormi plus in termini di visibilità e rilevanza digitale», ha proseguito il fondatore. Local Strategy è stata tra le prime società a integrare la soluzione LocalCMS con le API di Google My Business. La sincronizzazione con Google My Business  infatti è un tassello fondamentale nella promozione locale: permette alle aziende di aggiornare i dati presenti nello store locator del sito, propagando in modo automatico e in tempo reale questi aggiornamenti nelle schede local delle varie sedi, visibili su Google Search, Google Maps, quindi nel sistema local più utilizzato dagli utenti. LocalCMS di Local Strategy, è già integrato e sincronizzato con altri geo social tra cui Facebook Locations. Sul sito della società è possibile richiedere un check up personalizzato del marchio: il “Local Advisory Report” illustra con indicatori e dashboard lo stato di salute del network in termini di Local Marketing (es. presenza, rilevanza, reputation).

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI