• Programmatic
  • Engage conference

02/08/2018
di Lorenzo Mosciatti

Italiaonline, ricavi digitali a +7%. La pubblicità online cresce del 26,4%

La società guidata dal Ceo Antonio Converti beneficia dell'incremento a doppia cifra dei ricavi di iOL Audience e dell'andamento positivo della concessionaria iOL Advertising

Antonio Converti

Antonio Converti

Italiaonline chiude il primo semestre dell’anno con ricavi consolidati pari a 157,4 milioni, in calo del 5,4% rispetto ai 166,4 milioni dello stesso periodo del 2017. L’evoluzione del dato riflette, da una parte, il continuo sviluppo dei ricavi digitali che hanno registrato una crescita del 7% su base annua, sostenuti dall’aumento a doppia cifra del segmento digital advertising (+26,4%), dall’altra, il proseguimento del calo atteso e strutturale dei prodotti tradizionali basati sugli elenchi telefonici e la telefonia. Italiaonlie sottolinea come il calo dei ricavi rifletta i ritardi nella pubblicazione di alcuni elenchi telefonici, che nel primo semestre 2017 avevano contribuito per 5,1 milioni di euro, dovuti ad alcune giornate di astensione dal lavoro legate all’annuncio del piano di riorganizzazione aziendale, che ha portato al raggiungimento di un accordo con le organizzazioni sindacali lo scorso 2 luglio. Al netto dei ritardi descritti, che saranno recuperati nel corso del terzo trimestre dell’esercizio, la performance percentuale dei ricavi sarebbe negativa del 2,4%. I ricavi digitali nel periodo di riferimento si sono attestati a 120,8 milioni in crescita del 7% su base annua, con un’incidenza del 77% sul fatturato complessivo del gruppo guidato al Ceo Antonio Converti, in aumento di 9 punti percentuali rispetto al pari periodo 2017. La società segnala in particolare un’accelerazione dello sviluppo dei ricavi digitale nel secondo trimestre, +8% contro il +6% e +5% rispettivamente nel primo trimestre 2018 e nel quarto trimestre 2017. L’evoluzione dei ricavi digitali nel semestre ha beneficiato del proseguimento della crescita a doppia cifra del segmento digital advertising (+26,4%) e del miglioramento della tendenza del segmento "presence", in flessione del -5,1% su base annua nel primo semestre 2018, rispetto al -8% riportato nel primo trimestre dell’esercizio. Continua infine il calo del segmento tradizionale (traditional & others) che nel semestre ha registrato una flessione del 32%. Il risultato netto al 30 giugno 2018 è negativo per 7,4 milioni di euro, rispetto al dato positivo per 6,3 milioni del primo semestre 2017, in conseguenza degli oneri legati al piano di riorganizzazione aziendale. La posizione finanziaria netta al 30 giugno 2018 è positiva per 55,9 milioni di euro (72,9 milioni al 31 dicembre 2017). Il patrimonio netto al 30 giugno 2018 è pari a 313,6 milioni, in leggero calo rispetto a 315,6 milioni al 31 dicembre 2017. “Siamo soddisfatti della crescita dei ricavi digitali raggiunta nel primo semestre dell’esercizio, che è risultata pari al 7%, supportata dal segmento digital advertising (+26,4%) e dal progressivo miglioramento della tendenza del segmento presence", commenta Antonio Converti, Ceo di Italiaonline."In particolare, lo sviluppo della top line ha beneficiato della crescita a doppia cifra dei ricavi di iOL Audience, arricchita nel mese di luglio dal lancio della versione, custom, e dei ricavi della concessionaria iOL Advertising, questi ultimi sostenuti dall’incremento dei dati di audience delle properties di iOL. La crescita dei ricavi digitali non compensa ancora il declino del segmento tradizionale, ma il trend ci fa ben sperare per una progressiva stabilizzazione dei ricavi complessivi ed un successivo ritorno alla crescita". Italiaonline si conferma la prima digital company italiana (dati marzo 2018) con 5 milioni di utenti unici in media al giorno (+18% su base annua). Anche il dato sulla mobile audience ha visto Italiaonline al primo posto, davanti agli altri top player con oltre 2,4 milioni di utenti unici medi giornalieri (+13% su base annua). Infine, sempre i dati Audiweb, hanno confermato Italiaonline quale primo player per tempo speso nel giorno medio (11:05 min, +3,6% su base annua). Sul fronte dello sviluppo della top line, i ricavi digital hanno beneficiato, in particolare, della crescita a doppia cifra sia dei ricavi di iOL Audience, l’offerta di digital advertising dedicata alle pmi, sia dei ricavi della concessionaria iOL Advertising, questi ultimi sostenuti dall’incremento dei dati di audience delle properties di iOL, oltreché dall’avvio nel corso dell’anno di partnership strategiche aventi ad oggetto sinergie a livello di prodotto editoriale e la raccolta pubblicitaria in esclusiva da parte di Italiaonline. Più in dettaglio Italiaonline: nel mese di febbraio ha acquisito la concessionaria di pubblicità digitale AdPulse Italia (la unit di Adux specializzata in raccolta pubblicitaria in ambito digitale per conto di primari editori nazionali ed internazionali) ed è diventata partner digitale di Primaonline.it (il quotidiano online di Prima Comunicazione); ad aprile è divenuta concessionaria di Dailymotion (piattaforma video leader per la tecnologia e i contenuti premium) in esclusiva per l’Italia; a maggio si è posizionata al settimo posto nella Top 10 delle property digitali in Italia, stilata sulla base delle rilevazioni di comScore, classifica che ha visto la conferma ai primi due posti di Google e Facebook; nel mese di giugno è entrata a far parte del Bing Partner Program, per fungere da consulente di fiducia a Microsoft per la crescente base di Clienti in cerca di opportunità di search advertising all’interno della rete di Bing; nel mese di luglio infine ha lanciato la versione custom di iOL Audience, offerta di media planning dedicata alle PMI per campagne di marketing ad elevato tasso di conversione.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI