• Programmatic
  • Engage conference

03/08/2020
di Cosimo Vestito

Imille, otto nuovi ingressi e un nuovo headquarter a Milano

L'agenzia ha adottato una serie di scelte strategiche che hanno minimizzato l’impatto del Covid-19 e che stanno abilitando nuovi modelli organizzativi

CS-Imille-risposta-lock-down-remote-working-assunzioni-2.png

In controtendenza rispetto all'andamento del mercato in una fase contrassegnata dalle difficoltà provocate dalla pandemia, Imille accoglie nuovi ingressi nella propria squadra e apre una nuova sede.

Durante il lockdown, sono stati otto gli arrivi nell'organico dell'agenzia: Anna Mignone, Alberto Tirloni e Rebecca Vignati nell’area Social Media, Jana Fonseca e Giovanni Nava nell’area Storytelling, Gabriele della Pepa e Stefano Sirtori nell’area Product & Service Design, Paola Sega nell’area  Brand Experience Design. 

Per affrontare le rinnovate esigenze lavorative, l'agenzia ha inoltre annunciato la realizzazione di un nuovo headquarter a Milano, che a partire dall’ultimo trimestre del 2020 accoglierà un team che prevede nuove assunzioni. 

Imille ha parallelamente adottato una serie di scelte strategiche che hanno minimizzato l’impatto del Covid-19 e che stanno abilitando nuovi modelli organizzativi. Da un lato, la struttura ha istituito immediatamente un regime di lavoro da remoto per tutte le sue sedi (Milano, Roma, Madrid, Santiago del Cile), dall’altro ha continuato a investire sul benessere dei propri membri. 

Nel novero delle misure rientrano anche la definizione di procedure standardizzate e contemporaneamente flessibili; la responsabilizzazione di tutte e di tutti (assegnando, per esempio, il ruolo di Project Leader anche a giovani professionisti appena arrivati); le modalità di lavoro agili fondate sulla collaborazione quotidiana con i clienti; la creazione di team trans-disciplinari e trans-nazionali; una forte base valoriale esplicitata nel pay-off "Creating better futures, one campaign at a time".

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI