HiMedia Group diventa AdUX e riorganizza l’offerta in tre piattaforme

La società internazionale di digital advertising cambia nome e presenta una nuova organizzazione articolata su tre società: Quantum (Native advertising), Admoove (Geotargeting) e AdPulse (user engagement). Il Ceo Italia Carlo Poss: «Un nuovo capitolo del nostro sviluppo»

di Simone Freddi
09 novembre 2016
carlo_poss_himedia_adux
Carlo Poss

La società internazionale di digital advertising HiMedia Group diventa AdUX e riorganizza completamente la propria offerta sulla base di tre piattaforme, che d’ora in avanti ne rappresenteranno l’attività sul mercato pubblicitario: Quantum per le soluzioni di Native Advertising, AdPulse – che raccoglie l’eredita della “vecchia” HiMedia – per le soluzioni display e Admoove, una nuova piattaforma per l’adv geolocalizzata che vedrà la luce in Italia nel secondo semestre del 2017.

Il cambio di nome è stato annunciato oggi in tutto il mondo dalla società insieme alla trimestrale – che annuncia il ritorno a un Ebitda positivo dopo diversi anni di sofferenza – e sottolinea lo sforzo di riorganizzazione messo in atto dalla multinazionale dal 2014 per interpretare una visione focalizzata sul miglioramento della user experience in risposta alla crescente ostilità degli utenti nei confronti della pubblicità online e dei problemi di monetizzazione degli editori, come ha spiegato oggi a Milano Carlo Poss, che da Ceo di HiMedia Group Italia diventa Ceo di AdUX Italia.

Negli ultimi tre anni, ha spiegato Poss, da Media Company HiMedia si è progressivamente trasformata in una Technology Company attraverso l’investimento e lo sviluppo di tecnologie proprietarie. Ad oggi, il Gruppo ha rinnovato completamente la propria attività in tre piattaforme, ognuna delle quali ideata per fornire una risposta complementare ai temi del “digital advertising” e della “user experience”.

Tre nuove società: Quantum, AdPulse e Admoove

Nel dettaglio, Quantum – di cui sarà responsabile per l’Italia Alessandro Cerattipropone soluzioni pubblicitarie di Native Advertising in-feed per desktop, mobile e video, disponibili anche in Programmatic e capaci di adattarsi al layout delle pagine web che li ospitano grazie all’integrazione con il codice grafico dei siti partner.

Quantum, arrivata in Italia lo scorso novembre, offre agli editori una piattaforma full-stack per il native advertising che si distingue per la totale personalizzazione degli annunci, il 100% di viewability garantita (la piattaforma mostra il messaggio solo se l’utente scrolla fino al punto di visualizzazione) e la possibilità di realizzare vendite dirette oppure affidarsi al marketplace programmatico gestito da AdUX. Ad oggi, del network fanno parte in Italia circa 300 siti che garantiscono un’audience di oltre 3 milioni di utenti al giorno.

AdPulse, che raccoglie l’eredità di HiMedia e sarà guidata dalla responsabile Valentina Vozza, è la divisione orientata alla display con una proposizione tutta orientata allo user engagement: l’obiettivo è aumentare il coinvolgimento combinando formati impattanti con il controllo da parte degli utenti: AdPulse utilizzerà annunci opt-in in modalità full screen, così come branded content e soluzioni opt-in nell’email marketing.

L’offerta di AdPulse si articolerà in quattro prodotti: AdPulse Content, in cui confluirà l’inventory premium dei maggiori editori del network di AdUX (tra cui Ilfattoquotidiano.it, Dailymotion, Greenme, Viamichelin); AdPulse Picture, un formato sviluppato appositamente per WeTransfer, di cui AdUX gestisce la raccolta in esclusiva; AdPulse Video, basato su un formato video full screen per desktop che si avvia nel background delle pagine web e che può essere visualizzato a schermo intero su richiesta dell’utente; AdPulse Performance & Rtb, per l’inventory in programmatic.

«La gamma di formati disponibili, sviluppata tenendo conto dei nuovi standard IAB in via di definizione, non includerà tipologie di annunci intrusive come espandibili, push down e inread, e anche gli interstitial saranno rimpiazzati», ha detto Poss a proposito dell’impegno della società sul fronte della salvaguardia della user experience.

Bisognerà invece attendere la seconda parte del 2017 per l’esordio in Italia di Admoove, una nuova piattaforma – già operativa in Francia – in grado di erogare messaggi pubblicitari geolocalizzati con un margine di errore compreso tra i 10 e i 100 metri. Admoove sarà in grado di lavorare sia su desktop che su mobile ma non sarà rivolta alle PMI: «Punteremo soprattutto ai grandi brand che vogliono fare drive-to-store», ha precisato in proposito Poss.

«Stiamo tornando a crescere grazie ai buoni risultati delle nostre soluzioni di ultima generazione, che ormai valgono il 56% dei nostri ricavi globali – ha spiegato il Ceo di AdUX Italia -. La nostra nuova proposizione basata sulle tre piattaforme Quantum, Admoove e AdPulse risponde alla sfida che sta affrontando il mercato della pubblicità digitale, che deve riconciliare l’efficacia pubblicitaria al rispetto per la user experience».

«Cambiando nome in AdUX – ha aggiunto Poss – la società afferma così la propria determinazione a fornire soluzioni pubblicitarie che rispettino l’esperienza dell’utente, iniziando allo stesso tempo un nuovo capitolo del proprio sviluppo».

AdUX: nel 2017 il ritorno alla crescita

Per quanto riguarda i dati economici del gruppo, la situazione finanziaria nel terzo trimestre 2016 segna il ritorno a una stabilizzazione dopo 18 mesi di sofferenza, con un modesto calo del 3% nei ricavi e un leggero aumento (+1%) del margine rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il fatturato delle “attività in crescita” è aumentato del 61% anno su anno e nel terzo trimestre rappresenta il 56% dei ricavi totali. La società conferma che raggiungerà un Ebitda positivo per l’intero anno 2016 e prevede per il 2017 il ritorno alla crescita dei ricavi consolidati.

Presente in sei Paesi Europei, Stati Uniti e America Latina, HiMedia Group nel 2015 ha realizzato un fatturato consolidato di 64,5 milioni di euro.

 

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.