• Programmatic
  • Engage conference

27/09/2018
di Caterina Varpi

Gruppo Prismi: ricavi a +70% nel primo semestre 2018

Il valore della produzione, pari a 11,3 milioni, registra una crescita del 64%

Il Consiglio di Amministrazione di Prismi ha approvato la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno. Il valore della produzione, pari a 11,3 milioni di euro, registra una crescita del 64% rispetto al 30 giugno 2017 da attribuire principalmente alla Capogruppo Prismi S.p.A. che ha conseguito un aumento dei ricavi delle vendite pari al 70%; il contributo derivante dalla nuova area di consolidamento e del nuovo perimetro di Gruppo non è ancora del tutto riflesso sui dati consolidati in quanto l’integrazione operativa e gestionale delle realtà aziendali oggetto di fusione a fine 2017 è ancora in corso. L'incremento registrato nei ricavi di periodo della controllante riflette l’impegno della Società nel perfezionare politiche commerciali più efficaci, grazie in particolare ad una riorganizzazione della rete vendita che punta ad un costante miglioramento qualitativo e quantitativo. Si segnala in proposito che la rete commerciale è cresciuta dai 139 agenti del 31 dicembre 2017 ai 158 del 30 giugno 2018. Il margine operativo lordo (Ebitda) è pari a 2,01 milioni, in crescita rispetto a 0,28 milioni di Euro nel 1 semestre 2017. Il risultato operativo netto (Ebit) risulta positivo per 0,9 milioni di Euro in controtendenza rispetto al risultato del periodo di riferimento dell’esercizio 2017 che risultava negativo per 0,7 milioni di Euro. Il risultato netto consolidato evidenzia una perdita pari a circa 0,48 milioni di Euro per il primo semestre 2018 rispetto ad una perdita del relativo semestre 2017 pari a 1,57 milioni dimostrando gli effetti positivi della strategia di crescita e turnaround della Capogruppo, il cui risultato netto è negativo per 0,26 milioni di Euro e sul quale ha inciso la componente di fiscalità corrente e differita per complessivi 0,33 milioni di Euro derivante, principalmente, dall’assorbimento delle imposte anticipate iscritte negli esercizi precedenti su perdite fiscali e accantonamenti a Fondo Svalutazione Crediti. Il management proseguirà nell’attività di realizzazione del Piano Industriale 2018-2022 consolidato approvato dal Consiglio d’Amministrazione lo scorso 29 gennaio le cui le linee guida vertono su crescita per linee interne con il rafforzamento della rete di vendita di Prismi sia a livello quantitativo che qualitativo, sull'entrata a regime di Wellnet, sul rafforzamento commerciale del brand CreareValore, sullo sviluppo commerciale di supporto di Ingrandimenti, sull'ingresso nel mercato svizzero tramite la controllata Prismi Ch e sulla crescita per linee esterne. Il primo semestre ha visto la capogruppo Prismi S.p.A. incrementare i ricavi rispetto all’analogo periodo dell’anno scorso con conseguente incremento dell’Ebitda, del reddito operativo e del risultato sia lordo che netto. I risultati della Società sono in linea con il budget approvato e portano ad un risultato lordo a break-even. L’andamento delle vendite del terzo trimestre conferma il trend positivo. La business unit CreareValore è sostanzialmente in linea con le aspettative. La controllata InGrandiMenti ha ottenuto risultati al di sotto delle previsioni di budget che necessiteranno una rivisitazione dello stesso; Prismi Ch ha avviato la propria attività e segna un primo semestre positivo. I numeri apportati a livello di consolidato dalle due realtà non sono significativi. Wellnet ha vissuto nel primo semestre dell’anno l’integrazione delle tre realtà oggetto della fusione avvenuta il 27 dicembre 2017. Tale integrazione, con una conseguente protratta fase di start up, unitamente al completamento di attività di sviluppo per il lancio di nuove soluzioni, ha comportato un ritardo dei ricavi e uno slittamento di sei mesi del Piano Industriale che tuttavia può ritenersi ancora attuale. A fianco della crescita per linee interne la Società sta continuando a incontrare potenziali target per valutare opportunità di crescita per linee esterne. Alessandro Reggiani, Presidente e Amministratore Delegato di Prismi, ha commentato: «Il primo semestre 2018 mostra volumi e risultati economici consolidati sensibilmente in crescita rispetto all’analogo periodo del 2017. Il semestre ha visto un forte incremento del Valore della Produzione (+64%) e un significativo miglioramento dell’Ebitda (+616%). Di rilievo, inoltre, il raggiungimento dell’utile lordo della Capogruppo Prismi Spa, obiettivo che ci eravamo ripromessi alla chiusura del bilancio 2017. Crediamo di essere su un percorso virtuoso che dobbiamo continuare a percorrere con forte e saggia determinazione confortati da un mercato che continua a crescere a velocità molto sostenuta».

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI