• Programmatic
  • Engage conference

24/07/2018
di Simone Freddi

Fedoweb: Giancarlo Vergori confermato presidente

Pluralità dell’informazione, OTT, Audiweb e nuova normativa sull'ePrivacy al centro dei programmi dell'associazione nel prossimo triennio

Fedoweb, la federazione degli operatori web, ha confermato Giancarlo Vergori alla presidenza dell’associazione per il triennio 2018-2021. Hanno votato per Vergori tutti i soci presenti o delegati all’assemblea, confermando la volontà di dare continuità ai processi avviati nel corso del precedente mandato. Il ri-eletto presidente porta in Fedoweb una solida esperienza nell’advertising online e nei media digitali. Attualmente a.d. di Tns, la software house del Gruppo Uvet, Giancarlo Vergori ha ha ricoperto posizioni di rilievo nel settore, le più recenti come amministratore delegato di 3Zero2TV (Euro Media Group) e, in precedenza, Direttore Generale di Matrix (Gruppo Telecom Italia); in quest’ultima azienda ha consolidato l’esperienza nei settori dell’editoria online e della pubblicità digitale, entrambi strategici per gli associati Fedoweb. Vergori ha precedentemente operato in agenzie di comunicazione e di sales promotions nei reparti Marketing e Sales di R.J. Reynolds e di Infostrada/Wind. «Ringrazio tutti gli associati per la fiducia che hanno riposto in me e ne sono onorato - ha commentato Vergori dopo la rielezione -. Il percorso che dobbiamo affrontare è difficile e le condizioni di mercato, dominato a livello internazionale dagli OTT, non sono a noi favorevoli. Proprio per questo è più che mai necessario fare fronte comune e Fedoweb nel prossimo triennio presidierà i temi legati alla pluralità dell’informazione, agli OTT, all’innovazione ed alla nuova normativa relativa all’ePrivacy. In particolare su quest’ultimo punto l’Associazione sta lavorando ad una piattaforma comune targata Fedoweb». «Altro punto centrarle permane Audiweb, di cui l’associazione è il socio principale, supporto indispensabile e fondamentale per il mercato pubblicitario digitale. Per sostenere questo impegnativo percorso costituiremo dei gruppi di lavoro a presidio di ciascun argomento in modo da permettere una partecipazione più allargata e attiva dei nostri associati».

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI