Discovery Media sempre più in alto: nei primi 4 mesi raccolta a +30%

La unit Sales di Discovery di cui è direttore generale Giuliano Cipriani punta a diventare la terza concessionaria tv in Italia grazie a progetti innovativi come “The Soul” realizzato con KIA. Annunciato per ottobre un altro talent “sponsorizzato” su DMAX

di Teresa Nappi
05 maggio 2014
Giuliano Cipriani - Discovery Media

In occasione dell’incontro di presentazione di “The Soul”, l’adventure-reality firmato da Discovery Media e Kia Motors Company Italy in onda da giovedì 8 maggio alle 22.50 su DMAX (DTT canale 52, Sky Canali 136-137, TivùSat canale 28), Engage ha incontato Giuliano Cipriani, vp, direttore generale di Discovery Media, al quale ha naturalmente chiesto di commentare innanzitutto l’inedita operazione realizzata insieme alla casa d’auto coreana: «”The Soul” è il risultato della proficua collaborazione con KIA dalla quale ne è emerso un prodotto editoriale “a quattro mani” caratterizzato da innovazione e qualità. Lo show è stato costruito sull’affinità di valori che lega il brand KIA e DMAX e testimonia il nostro posizionamento sempre in prima linea sul fronte del branded entertainment, grazie alla produzione di contenuti originali innovativi e sviluppati ad hoc a partire dai temi e dai valori di comunicazione del brand. Un’operazione di branded content così realizzata non è solo premiante per il marchio, ma anche per gli utenti, che possono fruire così di un prodotto di intrattenimento sponsorizzato ma equilibrato nelle sue parti – editoriale e commerciale. Il nostro impegno su questo fronte è da sempre quello di mantenere queste due componenti paritetiche affinché sia sempre preservata la qualità del prodotto finale».

Discovery è stato un antesignano ed è oggi molto attivo in questo settore, come testimonia anche il recente lancio del programma “Un Giorno per Me” che vede coinvolto il brand Pantene. Sulla stessa scorta sono nate in passato produzioni come “Nail Lab” realizzato con Pupa, giunto oggi alla terza edizione, o anche “Make it your race” con Fiat Abarth e GT Academy con Playstation. Un fronte quindi molto caldo quello del branded content per Discovery che già guarda oltre “The Soul” e anticipa un nuovo talent su DMAX per ottobre con un marchio importante.

In questa strategia ovviamente fa la differenza la rilevanza che i canali si stanno ritagliando sia presso il pubblico sia presso gli inserzionisti. «La qualità che caratterizza da sempre i nostri contenuti è via via sempre più premiata rispetto a quanto lo era in passato – spiega ancora Cipriani -. Un approccio innovativo e di rottura come quello proposto da Discovery non è ancora “familiare” all’intero parco utenti della tv e agli inserzionisti pubblicitari, per cui le mete da raggiungere sono ancora tante. Il nostro obiettivo è di consolidarci come terzo editore televisivo aumentando la nostra penetrazione su tutti i viewers italiani, presidiando anche altre piattaforme che non sono prettamente televisive e raggiungendo i nostri utenti in ogni luogo e in ogni momento. Contestualmente con Discovery Media puntiamo a diventare la terza concessionaria televisiva, anzi di video contenuti, in Italia».

Un obiettivo che il Gruppo intende raggiungere facendo leva sulle caratteristiche premianti dei brand editoriali di cui si compone e da cui dipendono ovviamente anche agli andamenti della concessionaria, o per meglio dire, della unit Sales, Discovery Media. Questa intanto ha chiuso il 2013 con risultati eccellenti: «Siamo cresciuti ben oltre il 50% – spiega ancora il manager – e i primi 4 mesi di quest’anno non sono da meno: registriamo già una crescita di oltre il 30% in termini di raccolta. Questo grazie alle ottime performance non solo di DMAX e Real Time, ma anche di Giallo e Focus. Quest’ultimo in particolare ha addirittura raddoppiato gli ascolti rispetto allo scorso anno, mentre DMAX negli ultimi tempi si è attestato attorno al 2% di share complessivo posizionandosi al quarto posto tra le reti a pubblico prettamente maschile, anche se risulta molto apprezzato da una buona percentuale di donne. Nei nostri piani c’è dunque il desiderio di riuscire a far capire ancora di più il valore dei nostri brand e le loro potenzialità in termini commerciali», conclude Cipriani.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.