Gruppo DigiTouch, ricavi in aumento del 12%. Prevista crescita per vie esterne

La società specializzata in martech, guidata da Paolo Mardegan, chiude l’esercizio con un giro d’affari di oltre 32 milioni di euro. In programma l’avvio del processo di internazionalizzazione e operazioni di fusione e acquisizione

di Cosimo Vestito
27 marzo 2019
paolo-mardegan-digitouch
Paolo Mardegan

Gruppo DigiTouch ha rilasciato i dati di bilancio relativi all’esercizio 2018.

I ricavi totali consolidati della società specializzata in martech sono pari a 32,23 milioni di euro, in aumento rispetto al 2017 di circa il 12%. L’andamento dei ricavi registrati lo scorso anno, si legge nella nota, è caratterizzato dalla crescita e dal consolidamento del portafoglio acquisito e dalla diversificazione dell’offerta, resa possibile grazie alle recenti acquisizioni effettuate.

Il margine operativo lordo (Ebitda) adjusted, si attesta a 4,9 milioni, in miglioramento (+12%) rispetto al dato del 2017. Il risultato operativo (Ebit) consolidato del 2018 è pari a 1,48 milioni di euro, in deciso miglioramento (+206%) rispetto al 2017, quando era pari a -989 mila euro. L’utile netto è pari a 268 mila euro mentre l’indebitamento finanziario netto del Gruppo è di 1,4 milioni.

Nell’anno in corso, Gruppo DigiTouch prevede di continuare a crescere, avviare il processo di internazionalizzazione e proseguire con operazioni di fusione e acquisizione. La crescita del fatturato per il 2019 è in linea con le previsioni attese dal mercato e rappresenta una crescita considerevole rispetto al fatturato dell’esercizio 2018, che si è attestato intorno a 32 milioni di euro.

Altro driver di crescita nello sviluppo di DigiTouch è rappresentato dallo sviluppo di soluzioni e progetti su scala internazionale. In particolare, si legge nel comunicato, il crescente accreditamento del Gruppo come uno dei leader nella progettazione e implementazione di complessi progetti di pubblicità digitale ha permesso di acquisire clienti con esigenze e articolazione su più Paesi. In questi mesi, quindi il Gruppo ha avviato l’analisi strategica per stringere una o più alleanze e/o partnership a livello internazionale in grado di allargare il suo ambito di operatività sui principali mercati europei e quindi offrire ai propri clienti un servizio su più ampia scala.

Infine, specifica la società, l’importo del dividendo, più contenuto rispetto allo scorso anno, è funzionale a garantire un rendimento agli azionisti ma al tempo stesso ad acquisire risorse finanziarie per sostenere la crescita per linee esterne attraverso acquisizioni ed investimenti in tecnologia.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.