• Programmatic
  • Engage conference

24/08/2020
di Caterina Varpi

Digital Dust vince la gara per la campagna digital della nuova collezione Armani Exchange

L'agenzia ha realizzato una campagna di influencer marketing su Instagram

armani-exchange.jpg

Digital Dust ha vinto la gara per la comunicazione online di Armani Exchange, linea della storica casa di moda italiana dedicata alle nuove generazioni che si contraddistigue per lo stile pop e lo spirito energico e ironico.

L'agenzia specializzata in Social Media Strategy, Content Production e Influencer Marketing, si è occupata della campagna digital della nuova A|X Icon Collection su Instagram.

Con l’obiettivo di rafforzare la brand awareness e l’online consideration della linea e lanciare la nuova collezione, Digital Dust ha ideato un'operazione di influencer marketing volta alla creazione strategica di contenuti ideati per raccontare uno storytelling coinvogente. Per l’attività sono stati selezionati talent in target per ciascun Paese di riferimento: Francia, Italia, Germania, Spagna, USA e UK.

Il mood dell’intera campagna è una celebrazione degli anni ’90. Gli influencer hanno ricreato l’ambientazione nineties inserendo all’interno dei loro scatti qualcosa di tipico di quel periodo, come uno skateboard, un flipper, un game boy, una macchina fotografica usa e getta.

Per richiamare al meglio l’ispirazione anni ‘90, Digital Dust ha creato un filtro ad hoc che è stato applicato agli scatti realizzati dai talent. L’impostazione visuale dell’intera campagna ha fatto sì che i contenuti, una volta ripubblicati sul profilo ufficiale Armani Exchange, creassero un forte impatto visivo raccontando uno storytelling dalla chiara impronta vintage.

Digital Dust ha inoltre realizzato un set di stickers e un filtro per le Instagram stories, anch’essi ispirati agli anni ’90, disponibili sulla piattaforma social del brand, con un richiamo particolare allo statement iconico che caratterizza la nuova collezione.

La nuova acquisizione del brand Armani Exchange continua ad arricchire le collaborazioni nell’ambito fashion di Digital Dust, tra cui ci sono Baldinini, Casadei, Etro, Kering, Liu Jo, Luisa Spagnoli, LVMH, Marcolin, Moschino, Safilo, Salvatore Ferragamo, Seventy Venezia, Pinko, Prada e Yoox.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI