Deliveroo affida a MEC il budget media dopo gara

L’agenzia media guidata da Luca Vergani si è aggiudicata l’incarico del servizio emergente di food delivery superando la centrale internazionale specializzata in OOH Talon. In definizione il piano multimediale

di Simone Freddi
10 dicembre 2015
Luca Vergani_CEO MEC
Luca Vergani

MEC, l’agenzia media di GroupM guidata da Luca Vergani, ha un nuovo cliente in portafoglio: si tratta di Deliveroo, il servizio di food delivery pensato per tutti coloro che vogliono assaporare a casa o in ufficio il meglio della ristorazione. La società è attiva in Italia da novembre, partendo da Milano dove hanno già aderito oltre 100 ristoranti ai quali si può ordinare in 3 click dal web e tramite app.

MEC si è aggiudicata l’incarico media della società, guidata in Italia dall’ex general manager di VML e Zooppa Matteo Sarzana, a seguito di una gara che l’ha vista prevalere su Talon, società internazionale indipendente specializzata in OOH.

Matteo Sarzana

L’attività di comunicazione di Deliveroo è già partita nel capoluogo lombardo (utilizzando, tra l’altro, “The Cube”, la piattaforma di digital OOH basata su tecnologia led all’interno della Nuova Darsena di Milano), ma MEC sta attualmente definendo con il cliente (che ha ottenuto un paio di settimane fa un nuovo finanziamento da 100 milioni di dollari per il suo sviluppo, portando a circa 200 milioni il valore complessivo della raccolta ricevuta ad oggi) un piano di comunicazione articolato su vari mezzi, tra cui attività di field marketing, pr, partnership, pubblicità classica ed eventi oltre all’attivazione dei principali social media.

Nata a Londra nel 2013, Deliveroo è oggi presente in 12 Paesi (Inghilterra, Francia, Germania, Olanda, Spagna, Belgio, Irlanda, Italia, Australia, Singapore, Hong Kong ed Emirati Arabi Uniti).

Intanto, dopo un anno sostanzialmente “di stabilizzazione” sia per la centrale sia per il mercato, Luca Vergani conferma le previsioni per un 2016 all’insegna di una ripresa abbastanza sensibile degli investimenti adv, che secondo GroupM potrebbe concretizzarsi in un +2,2% complessivo per il mercato, con la tv attorno al +2%, il digital ancora in buona crescita, l’affissione in leggera flessione (ma quest’anno c’era l’Expo) e la stampa ancora a segno meno, anche se più contenuto rispetto agli ultimi anni.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.