• Programmatic
  • Engage conference

09/05/2019
di Andrea Salvadori

Datrix: due società digitali nel mirino; a 3rdPlace Seo e analytics di L'Oreal Italia

Operazioni di mercato in arrivo per la holding guidata da Fabrizio Milano D’Aragona. La controllata si assicura gli incarichi del colosso del beauty

Fabrizio Milano D'Aragona

Fabrizio Milano D'Aragona

Acquisizioni in vista e new business per Datrix, la holding di società tecnologiche specializzate in applicazioni di intelligenza artificiale per la trasformazione data-driven delle aziende. Fondata dal Ceo Fabrizio Milano D’Aragona, dal Chief Operating Officer Mauro Arte e dal Chief Revenue Officer Claudio Zamboni, manager con esperienze passate ai vertici di Google e YouTube Italia, Datrix dovrebbe infatti presto finalizzare due operazioni di mercato in Italia che le permetteranno di ampliare l'offerta di soluzioni di intelligenza artificiale per il marketing, l’area sales e la finanza. In particolare, una di queste acquisizioni riguarderà un’azienda operativa nelle digital pr e nella lead generation, andando così ad ampliare l’offerta martech già presidiata da 3rdPlace, una delle due controllate del gruppo. Attualmente, Datrix è infatti azionista al 100% di 3rdPlace appunto, una società specializzata nella raccolta ed analisi di dati per conto delle aziende di fini di business e marketing, e di FinScience, realtà focalizzata sempre nell’analisi dei dati ma per l’elaborazione di informazioni rilevanti per le decisioni di investimento e finanziamento. Intanto, proprio 3rdPlace ha ottenuto in questi giorni un importante successo sul fronte del new business, acquisendo la gestione della Seo e degli analytics dei brand di L’Oreal Italia, prima affidati a InTarget. Un cliente che va rafforzare un portafoglio di cui fanno già parte altri grandi aziende come Nestlé, Tim, Euronics, Ibs, Betsson, AltroConsumo e le più importanti banche italiane, da Unicredit a MPS e Credem, da Mediolanum a CheBanca e Compass. L’offerta di Datrix, società che conta oggi su una cinquantina di addetti nelle sedi di Milano, Roma e Cagliari, si fonda in particolare sulla raccolta e l’analisi di dati proprietari delle aziende, dati terzi tradizionali e dei cosiddetti “alternative data”. Quest’ultimi rappresentano un insieme molto grande di informazioni spesso non strutturate, come testi e immagini, estraibili da fonti digitali molto eterogenee, come le conversazioni sui social media, le news su blog e nei forum, le informazioni sulla geolocalizzazione dei dispositivi mobili sino alle immagini raccolte dai satelliti e da piattaforme di e-commerce. Uno dei prodotti di punta del gruppo è DataLysm, la soluzione software per rilevare interessi di utenti e clienti, costruire micro-cluster e fare predizioni sulle conversioni.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI