ContactLab, fatturato 2014 a 12,5 milioni (+5%). Focus sul customer engagement

La società specializzata in digital direct marketing continua a crescere grazie a un’offerta sempre più al passo coi tempi. Il VP Sales & Marketing Stefano Lena: «Il nostro obiettivo è aiutare il cliente ad estrarre più valore possibile dal suo database di consumatori senza disturbarli»

di Simone Freddi
26 marzo 2015
stefano-lena
Stefano Lena

Continua la crescita di ContactLab, la maggiore azienda italiana specializzata in digital direct marketing. La società fondata nel 1998 da Massimo Fubini ha chiuso il 2014 con 12,5 milioni di fatturato, in crescita del 5% sul 2014, percentuale che sale al +10% considerando solo i segmenti core.

Alla luce dei cambiamenti che attraversano il mondo del marketing online, infatti, la società è impegnata in un processo di focalizzazione della propria attività sul customer engagement, con la progressiva dismissione di linee di business non più ritenute strategiche, come media e acquisition (in particolare, sono state recentemente escluse dal perimetro di attività di ContactLab le DEM su liste con il consenso per la ricezione di messaggi commerciali da soggetti terzi).

«Lavoriamo per i nostri clienti aiutandoli a sviluppare e mettere in pratica strategie di customer engagement attraverso il digital direct marketing – spiega Stefano Lena, VP Sales & Marketing di ContactLab -. Il nostro obiettivo è aiutare il cliente ad estrarre più valore possibile dal suo database di consumatori senza disturbarli. Per farlo utilizziamo il canale di messaggistica digitale come sistema di contatto diretto con i consumatori, impostando una relazione costante nel tempo». In questo senso, aggiunge Lena, «abbiamo completato l’integrazione della nostra piattaforma con le principali piattaforme ecommerce, come Magento e hybris, oltre che con i principali sistemi Crm e di store management per garantire un’esperienza omnicanale attraverso tutti i canali di messaggistica diretta come e-mail, Sms e Push Notifications».

Tutte queste soluzioni sono perfettamente scalabili: «grazie al nostro focus orientato alla dimensione enterprise – ha detto Lena – oggi le nostre soluzioni sono adattabili alle esigenze di tutti i nostri clienti, grandi o piccoli che siano, con la stesso elevato livello di servizio».

I risultati economici e il piano di sviluppo di ContactLab sono stati presentati martedì allo Star Conference di Borsa Italiana. Era presente anche Andrea Di Camillo, promotore del venture capital P101, che lo scorso novembre è entrato nell’azionariato di ContactLab con un investimento di 4 milioni di euro.

«In ContactLab – ha detto Di camillo – abbiamo incontrato un team di quasi 140 persone, con competenze umane e tecnologiche uniche sul mercato italiano, e questo per noi è stato il movente principale che ci ha spinto ad investire in questa società. Il fatto che i numeri siano in crescita non fa che rafforzare la convinzione sulla bontà della nostra scelta».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.