• Programmatic
  • Engage conference

27/06/2019
di engage

Come promuovere un sito web: ecco quali sono le strategie più efficaci

Marco De Merulis di Genesi.IT Web Agency mette in luce gli strumenti a disposizione delle aziende per mettere in atto una strategia digitale vincente

Come-promuovere-un-sito-web.jpg

Un sito web è il luogo più importante per un’azienda, è il luogo in cui si racchiudono i punti di forza, il luogo dove i potenziali clienti possono conoscere la sua mission, le sue potenzialità, cosa offre in più rispetto alla concorrenza. Perché, è inutile negarlo, nell’universo digitale che ogni giorno si espande, ciò che fa la differenza è farsi notare. Il primo passo per farlo è quello di mettere a punto un sito web su misura. Ciò significa che questo dovrà essere pensato in base alle esigenze dell’azienda e al suo mood, che il sito racconterà in ogni sua parte. La navigazione dovrà essere semplice e coinvolgente, ovvero piacevole per l’utente. Realtà come Genesi.IT web agency realizzano questi progetti ogni giorno, per rispondere alle esigenze di chi cerca un sito che sia esteticamente di impatto ma anche, e soprattutto, efficace, ovvero capace di convertire. Una volta che si ha a disposizione uno strumento altamente efficace sarà possibile passare alla fase successiva, che è quella di promuovere il sito web, seguendo alcune strategie vincenti che partono dal posizionamento sui motori di ricerca fino alla pubblicità su Google AdWords o Facebook Ads, senza dimenticare altri step. Se si desidera pubblicizzare un sito web significa che l’obiettivo dell’azienda è quello di posizionare le pagine per farsi trovare dagli utenti che poi, si auspica, si trasformeranno in clienti. È chiaro che se un’azienda investe in rete è necessario che ogni dettaglio sia ben organizzato, in particolare per poter offrire qualcosa di nuovo agli utenti che ogni giorno si destreggiano tra offerte e proposte alle quali “non poter dire di no”, ma che non sempre propongono davvero ciò che millantano. Ecco perché la promozione fa la differenza.

Le potenzialità dell'inbound marketing

In questo scenario l’inbound marketing è essenziale, perché permette di utilizzare strategie capaci non solo di far trovare il sito agli utenti interessati, ma anche di trasformarli in lead, quindi contatti, poi in clienti e ancora in “promotori” dell’azienda. Il principio fondamentale di questo tipo di marketing è il contenuto. Questo deve necessariamente rispondere alle richieste ed esigenze degli utenti. Ma il contenuto da solo non basta, deve essere accompagnato da un’ottima strategia di condivisione in rete attraverso tutti i canali, in particolare sui social. C’è una altro elemento necessario per l’inbound marketing che è l’ottimizzazione in ottica SEO, sempre necessaria nel marketing online. Caratterizzata dalla sinergia tra gli elementi che la compongono, la Search Engine Optimization si occupa di ottimizzare i siti web al fine di permettere ai motori di ricerca di indicizzare un sito e di fargli ottenere una buona posizione su Google. La SEO necessita di competenze specifiche e tecniche, relative all’utilizzo e al controllo di sitemap, meta data, responsive design, keywords research, page speed e backlink. L’obiettivo è proprio quello di ottimizzare al 100% una pagina web, in modo da posizionarla in prima pagina nei motori di ricerca, per le parole chiave selezionate, che sono il punto di collegamento tra i motori di ricerca e gli utenti. L’inbound marketing è rappresentato da quattro fasi: attirare, convertire, chiudere, deliziare. Attirare significa creare contenuti mirati. Convertire è trasformare i visitatori del nostro sito in potenziali contatti. Questo si fa attraverso strumenti come call-to-action, cioè bottoni o link che portano il visitatore a fare un’azione, landing page, contatti e schede dati. Per chiudere si intende chiudere i contatti facendoli diventare clienti Deliziare i contatti è importante, e per farlo esistono diversi strumenti tra i quali i social media e smart call to action che sono offerte che cambiano in base alla fase di marketing e alle persone. Si può dire che per raggiungere l’obiettivo del posizionamento le strategie più efficaci sono: - Organizzare un’ottima strategia. Può sembrare un gioco di parole e forse lo è, ma organizzare un’ottima strategia è davvero la prima regola da seguire, perché permette di avere chiaro ogni punto. Ciò significa che si dovranno conoscere gli obiettivi, gli utenti che si desidera raggiungere (target), quale risultato si vuole ottenere. In base a questo si potrà organizzare anche una keyword research che sia efficace attraverso parole chiave commerciali e informative, preziose per realizzare un processo di inbound marketing. - Posizionare i contenuti. L’obiettivo è quello di posizionare i contenuti nella Serp, in alto se possibile (entro i primi 3 risultati). Questo perché se i contenuti riescono a posizionarsi in alto, in prima pagina, gli utenti troveranno l’azienda più facilmente. Per farlo è necessario creare contenuti di qualità all’interno dei quali saranno utilizzate le keyword che permettono di raggiungere maggiori potenziali clienti. - L'attività di promozione a pagamento. La pubblicità a pagamento sul web è preziosa per promuovere un sito. È possibile scegliere Google AdWords, Facebook Ads o quella su un altro social network. La cosa importante è farla. Sì, perché questa soluzione permette di raggiungere il target desiderato al momento desiderato. Per meglio dire, un’attività a pagamento attraverso meccanismi ben precisi permette di far apparire le inserzioni pubblicitarie al motore di ricerca nel momento in cui serve.

L'efficacia del web advertising

Per web advertising si intendono tutte le attività a pagamento con cui è possibile comunicare su internet. Si tratta di uno strumento molto utile per promuovere un sito. Le tipologie di web advertising più efficaci sono: SEA (Search Engine Advertising), quindi la pubblicità sui motori di ricerca come Google AdWords, i banner pubblicitari, il DEM (Direct Email Marketing), le attività di publiredazionali e il Social Advertising rappresentato da strumenti come Facebook Ads, Linkedin Ads, Twitter Ads. Google AdWords è sicuramente uno dei modi migliori per far conoscere il proprio sito, utilizzando le tecniche della SEO e del posizionamento in prima pagina. Il suo sistema funziona in questo modo: comprate le keyword o i posizionamenti che interessano per promuovere il sito web, si indica il prezzo massimo che si vuole pagare per ogni click e il budget giornaliero. I metodi sono principalmente due: - Pay per Click (PPC) o costo per click. La formula prevede il pagamento ogni volta che un utente clicca sull’annuncio. Google calcola la somma necessaria per far comparire l’inserzione pubblicitaria. - Cost per Mille Impressions (CPM) o costo per mille impressioni. Google AdWords permette l’inserimento di numerosi formati pubblicitari in diversi spazi come: - Annunci di testo. Sono inseriti nelle pagine del motore di ricerca e visualizzati in alto o nella parte superiore della sezione delle ricerche correlate. - Display Advertising. In questo caso è possibile pubblicare annunci di testo e banner pubblicitari su siti web che fanno parte del network di Google. - Annunci Google Shopping. Si tratta di prodotti con nome, foto e prezzo all’interno delle pagine del motore di ricerca che vengono visualizzati nella parte alta centrale della pagina o a destra.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI