Chameleon AD cresce e nomina Alessandro Galimberti nuovo Direttore Commerciale

Il manager prenderà le redini dell’azienda di Native Advertising per il mercato italiano e opererà da un nuovo ufficio milanese. La società, intanto, raggiunge 120 miliardi di impression nel mondo. Abbiamo fatto il punto sul suo futuro con il ceo Carlo Petito

di Alessandra La Rosa
11 ottobre 2016
chameleon_alessandro_galimberti
Alessandro Galimberti

Importanti traguardi in casa Chameleon AD. La software company specializzata in Native Advertising ha infatti annunciato il raggiungimento di 120 miliardi di impression tramite le sue campagne in tutto il mondo, con il 50% di crescita mensile. Il tutto nel suo primo anno di attività.

Un successo non da poco per la struttura fondata da Carlo Petito, Roy Bellingan e Ruben Amoruso, che fa ben sperare in una più che soddisfacente chiusura d’anno e pone le basi per una serie di novità, in termini di prodotti e di ampliamento dell’organico, con cui la società si preparerà ad affrontare il 2017.

La prima di queste novità è senza dubbio l’arrivo di un nuovo Direttore Commerciale, Alessandro Galimberti.

Proveniente da Ligatus ed ancor prima in forze a Yahoo!, il manager prenderà le redini dell’azienda irlandese per il mercato italiano, e sarà di base a Milano. Nel suo nuovo ruolo sarà responsabile di tutte le attività commerciali, sia su clienti diretti che agenzie e centri media.

«Grazie all’entrata di Alessandro nel nostro team, rafforziamo ulteriormente la nostra presenza commerciale in Italia – commenta il ceo Carlo Petito -. La sua esperienza pluriennale nella vendita di prodotti e soluzioni relativamente vicini ai nostri, ha influito positivamente nella selezione di Alessandro come nuovo Direttore Commerciale. Complice anche questo nuovo inserimento, ad inizio mese abbiamo inaugurato il nuovo ufficio di Milano, che sarà il punto di partenza per consolidare il mercato italiano e presentare la nostra offerta full-stack».

Nella nuova organizzazione commerciale di Chameleon AD, Andrea Scotti (precedentemente Sales Director) passa alla gestione di tutte le attività di Business Development, curando rapporti e partnership con i principali stakeholder della società.

Insomma, per l’agenzia questo è un momento di grande cambiamento. Abbiamo chiesto a Petito di raccontarci come evolverà la società nel prossimo futuro, e verso quali direzioni.

carlo-petito-chameleon-ad
Carlo Petito

Qual è attualmente il posizionamento di Chameleon AD? Come sta evolvendo la sua offerta di soluzioni?

«In Chameleon AD tutto il team è coinvolto nella Ricerca e Sviluppo, questo fa di noi una realtà molto snella e attenta ai dettagli. Il nostro posizionamento di mercato è, prima di tutto, quello di una società che sviluppa tecnologia. Basti pensare che negli ultimi due mesi, abbiamo sviluppato e presentato al mercato due nuovi formati pubblicitari non impattanti (“In-Image” e “In-Gallery”). L’offerta copre a 360 gradi tutte le soluzioni di native advertising facendo di Chameleon l’unica piattaforma Full Stack, che comprende SaaS Platform, Ad Network, Ad Exchange. Inoltre uno dei focus principali rimane sulle integrazioni sia in contesti Programmatic sia tramite partnership con player internazionali».

Le performance dell’azienda sono cresciute notevolmente. A questa crescita è corrisposto anche un ampliamento della struttura?

«Chameleon AD sta registrando una crescita a due cifre mese su mese, risultati che stiamo raggiungendo proprio grazie agli investimenti sulle risorse umane. In questi mesi stiamo selezionando ed assumendo figure altamente specializzate su tutti i mercati europei tra cui Italia, Francia e Spagna».

Quali obiettivi vi siete posti per quest’anno? Avete già in mente quelle che saranno le linee guida per il 2017?

«Il 2016 per noi è stato un anno di positiva crescita sia come azienda, sia a livello di visibilità internazionale. Quest’anno abbiamo raggiunto solo in Italia 1,5 miliardi di impression e stiamo replicando gli stessi numeri anche al di fuori dei confini europei. L’obiettivo principale del 2017, sul quale in realtà ci troviamo già in leggero anticipo, sarà proprio l’apertura di nuovi mercati e il consolidamento su quelli già attivi».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.