• Programmatic
  • Engage conference

09/03/2020

Casta Diva Group conferma i target del piano industriale

Alla luce del nuovo calendario degli eventi, posticipati a causa del coronavirus, "Il fatturato previsto è rimandato di qualche mese, ma non subirà alcuna diminuzione", fa sapere la società

Ad oggi il coronavirus non ha impattato sulle previsioni di fatturato di Casta Diva Group. E' quanto fa sapere in una nota la società quotata su AIM Italia, attiva a livello internazionale nel settore della comunicazione. Casta Diva rende dunque "noto che le commesse per gli eventi e le convention aziendali previsti inizialmente nei mesi di marzo e aprile erano state già riconfermate dai clienti e che la società aveva già riprogrammato tali eventi in altre date del secondo e terzo trimestre 2020. Il fatturato previsto è quindi rimandato di qualche mese, ma non subirà alcuna diminuzione". Le attività delle filiali estere di Casta Diva Group, si legge sempre nel comunicato, non hanno invece subito né ritardi né tantomeno cancellazioni. Esse hanno piuttosto fornito una soluzione, in alcuni casi, per rilocalizzare all’estero alcune attività previste inizialmente in Italia dalle società del gruppo. Anche la programmazione del Blue Note, annullata nelle ultime due settimane e per le prossime tre, sarà quasi completamente recuperata nei prossimi mesi di giugno e settembre. Nei prossimi giorni inoltre il noto jazz club sarà il primo locale del network internazionale Blue Note ad organizzare la trasmissione in streaming video dei concerti più attesi, per portare il grande jazz anche agli appassionati costretti a casa dall’emergenza sanitaria. Grazie alla riprogrammazione degli eventi e dei concerti, alle nuove metodologie adottate dal Blue Note e alla presenza internazionale, Casta Diva Group conferma quindi gli obiettivi del piano industriale 2020-2022, che prevede un target di 49 milioni di valore della produzione e di 4,8 milioni di Ebitda a fine 2022. Il piano, pubblicato il 27 febbraio, quando l’emergenza era già nota, teneva infatti conto degli effetti derivanti dalle misure adottate dalle autorità contro la diffusione del coronavirus. Pertanto questo evento straordinario non dovrebbe avere impatti significativi sull’andamento del 2020. “La situazione che stiamo vivendo in queste settimane impone a tutti noi scelte responsabili e azioni improntate alla protezione della salute di tutti e alla prudenza, come l’introduzione per il nostro staff dell’orario flessibile, dello smart working e di ogni presidio adeguato", commenta Andrea De Micheli, presidente e a.d. di Casta Diva Group. "Ci rende fiduciosi il fatto che le nostre attività, in accordo con i clienti, non siano state cancellate ma soltanto rimandate ai prossimi mesi o rilocalizzate all’estero e che la tecnologia ci consenta di adottare le soluzioni necessarie per andare avanti senza paura. Stiamo lavorando per razionalizzare ulteriormente la nostra struttura e riprogrammare i nostri progetti, con l’energia e la positività che da sempre ci contraddistingue. Ringraziamo il nostro staff per i sacrifici che è chiamato a sopportare e i nostri clienti, fornitori e stakeholders per la fiducia e l’appoggio che ci assicurano”.  

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI