• Programmatic
  • Engage conference

26/07/2018
di Simone Freddi

Da Blis e Iri una soluzione per misurare l'influenza del digital adv sulle vendite in-store

Blis è la prima Location Data company a collaborare con IRI in Italia: «preziose informazioni su come gestire la propria spesa nel digital in maniera più efficace»

Cresce l'offerta di soluzioni in grado di aiutare le azione a capire il rapporto tra comunicazione online e comportamento degli utenti in negozio: Blis, azienda internazionale specializzata in tecnologie di geolocalizzazione e Iri, leader mondiale nella gestione di big data, soluzioni analitiche predittive per il largo consumo, il retail e il media, hanno annunciato di aver stretto una partnership al fine di fornire in-store data analysis più complete e accessibili al mercato Italiano. Questa collaborazione in Italia segue il successo già ottenuto dalla partnership tra Blis e IRI in altri mercati come quello statunitense, in UK ed in Francia, dove le due società offrono alle aziende analisi sul comportamento dei clienti online e in-store. L'obiettivo è fornire alle aziende italiane la possibilità di misurare l'impatto sui consumatori che entrano nei punti vendita in qualità di target delle campagne di digital advertising e di misurarne l'aumento delle vendite nei negozi italiani. "Gli operatori del marketing hanno chiesto strumenti innovativi per capire come investire al meglio i propri budget pubblicitari", afferma Gaetano Faleo, International Sales Director & New Business Europe di Blis. "La nostra partnership con IRI in Italia fornirà ai brand dei comparti del largo consumo, bellezza e salute gli strumenti più efficienti per guidare i clienti verso supermercati e farmacie e per misurare al meglio le vendite offline. I clienti italiani acquisiranno preziose informazioni su come gestire la propria spesa nel digital in maniera più efficace. Le aziende potranno sfruttare subito la potenza dei dati in-store e della location intelligence, tenendo anche il passo con i rapidi cambiamenti dei comportamenti di acquisto dei consumatori”. "Per le aziende si tratta di un'enorme opportunità per comprendere meglio i consumatori e interagire con loro in modo più efficace, cosa che fino ad oggi era difficilmente realizzabile”, afferma Livio Martucci, Analytics e Shopper Director di IRI. "Gli operatori del marketing devono affrontare pressioni crescenti legate al Roi, pertanto trarranno vantaggio da una migliore comprensione del canale digitale e del path to purchase riuscendo a pianificare ancora meglio le loro campagne. Potranno inoltre dimostrare un ritorno dell'investimento effettuato, misurando l'incremento delle vendite. Le esigenze dei nostri clienti sono per noi fondamentali e con questa partnership miriamo a consolidare il nostro posizionamento e la nostra offerta per la valutazione dell’efficacia dei media digital e l'ottimizzazione degli investimenti nel mercato italiano".

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI