Attilio Redivo: per MediaCom 2013 “flat” grazie ai servizi. Annuncio in vista sul fronte gare

La contrazione degli investimenti media dei clienti è stata compensata dalla centrale di GroupM in altre aree di business, tra cui dati e eventi. Il ceo della centrale “vede” un 2014 attorno alla parità per il mercato

di Simone Freddi
20 marzo 2014
Attilio-Redivo

Come tutte le grandi centrali, MediaCom nel 2013 ha risentito del calo generalizzato degli investimenti in advertising dei propri clienti (ne ha circa 60 in portafoglio), ma il buon andamento della vendita di servizi ha comunque consentito di tenere i conti in perfetto ordine.

«In un anno difficile come il 2013, siamo riusciti a costruire un fatturato praticamente pari rispetto al 2012 – ci ha detto Attilio Redivo, ceo della struttura -. Anche noi, come tutti, abbiamo sofferto sul fronte del billing. La buona notizia però è stata la crescita di molte altre componenti su cui da tempo investiamo per rendere più competitiva la nostra offerta, come i dati e gli insights da un lato, gli eventi, le sponsorship e tutto ciò che fa spettacolo dall’altro. Tutto questo in un anno che ha visto MediaCom mettere a segno acquisizioni importanti come GlaxoSmithKline, Sony Mobile e Sony Consumer Electronics».

Sempre sul fronte gare, la centrale di GroupM ne avrebbe appena vinta una, il cui annuncio non avverrà però prima della prossima settimana.

Per quanto riguarda l’anno in corso, Redivo vede «Segnali controversi, che fanno comunque pensare che il 2014 potrebbe chiudersi intorno alla parità» per quanto riguarda l’andamento degli investimenti in rapporto al 2013. «Siamo abbastanza fiduciosi per quanto riguarda un ritorno alla crescita del Pil ma – commenta il ceo di MediaCom – come sempre accade il mercato pubblicitario reagisce con un certo ritardo ai trend macroeconomici. Le aziende resteranno prudenti ancora per un po’, quindi per ritornare a una crescita vera e propria della spesa pubblicitaria, bisognerà ancora attendere».

Queste dichiarazioni sono state raccolte a margine dell’evento “Connections – From Users to People” organizzato da MediaCom insieme a Facebook, stamattina a Milano, per presentare strategie e progetti di successo italiani e internazionali realizzati da aziende attive nell’arena digitale che hanno fatto leva su social network e mobile ottenendo importanti risultati di business.

«Da tempo ormai MediaCom e Facebook lavorano in ottica di condivisione – ha spiegato in proposito Redivo -. Per noi il tema è mettere in discussione la leggenda secondo cui il “talk social” è gratis. I social network sono strumenti straordinari ma non è così, serve equilibrio e tutte le leve del marketing restano fondamentali. Del resto, Facebook è diventato un mass media e, da quando mondo è mondo, la visibilità sui mass media si paga».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.