• Programmatic
  • Engage conference

25/10/2018
di Lorenzo Mosciatti

AQuest vola a Mosca con "Bvlgari Tribute To Femininity"

L'agenzia ha realizzato un progetto digitale in 13 lingue che permette di vivere online la stessa esperienza che i visitatori della mostra potranno godere dal vivo ai Musei del Cremlino

bulgari2.jpg

Fino al 13 gennaio 2019 sarà possibile visitare la mostra "Bvlgari: Tribute to Femininity" ai Musei del Cremlino. Un'esibizione mai vista prima, curata da Bvlgari Heritage, che mette in mostra oltre 500 pezzi, rappresentativi di più di 130 anni di storia. Una retrospettiva che non racconta solo di meravigliosi gioielli, ma anche delle donne che li hanno indossati: donne famose, forti, indipendenti, di valore. Un tributo alla femminilità che Bvlgari ha voluto dedicare alle donne che hanno scritto e seguito le proprie regole, scegliendo quei gioielli come materializzazione visiva della propria decisa personalità. bvlgari----1 Dopo la collaborazione per Bvlgari Serpentiform, la maison romana ha scelto nuovamente AQuest. L'agenzia creativa ha realizzato un progetto digitale in 13 lingue, che permette di vivere online la stessa esperienza che i visitatori della mostra potranno godere dal vivo. Il progetto è il risultato della vittoria di una gara, nella quale AQuest ha dovuto competere con importanti agenzie internazionali. Bvlgari ha scelto l’agenzia italiana attribuendole il merito di aver saputo cogliere appieno i valori del brand e l’importanza dell’evento. Per raggiungere il risultato, AQuest ha investito molto in ricerca e sviluppo, design, tecnologia e project management.

Un'esperienza digitale di lusso

Il progetto, così come la mostra, suddivide i gioielli in sei temi: Timeless Sparkling, Magnificient Colors, Boundless Creativity, Jeweller to the Stars, Monete e Serpenti. All’interno di queste aree tematiche è possibile ammirare nel dettaglio i preziosi gioielli, approfondendone la storia, e al contempo conoscere più da vicino alcune delle icone femminili che li hanno indossati: Elizabeth Taylor, Ingrid Bergman, Gina Lollobrigida, Claudia Cardinale, Sophia Loren, Anna Magnani e Audrey Hepburn, solo per nominarne alcune. In Bvlgari Tribute to Femininity è stata riposta un’attenzione particolare per l’accessibilità: pur essendo estremamente esperienziale, il sito è W3C QA compliant. Per l’occasione AQuest ha composto anche una musica ad hoc per accompagnare l’esperienza del visitatore. Bvlgari Tribute to Femininity è stato premiato come “Website of the Day” da CSS Design Awards. bvlgari-ingrid “Bvlgari Tribute to Femininity è per noi una conferma importante, viste le precedenti collaborazioni con la maison", commenta Fabio Merlin, Ceo e Creative Director di AQuest. "Siamo usciti vincitori da una gara che coinvolgeva agenzie di tutto il mondo e con questo progetto aggiungiamo un ulteriore tassello al nostro portfolio internazionale. Siamo inoltre felici di poter contribuire a un evento in cui la figura femminile è messa in luce non solo da un punto di vista estetico, ma anche per le caratteristiche di forza, coraggio, determinazione e autorevolezza: per noi questo è solo l’inizio di un percorso”. “Tutte le nostre mostre sono un’esperienza immersiva per chi le visita", aggiunge Lucia Boscaini, Brand Heritage and Corporate Events Senior Director di Bvlgari . "Con immagini, suoni e luci cerchiamo di comunicare tutta la magia che accompagna i nostri gioielli. Il sito dà la possibilità a chi non può andare a Mosca di entrare in contatto con il nostro mondo e la nostra storia, anche la più recente”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI