• Programmatic
  • Engage conference

30/04/2019
di Lorenzo Mosciatti

AMM debutta sull'Aim di Borsa Italiana

L’azienda di Arezzo attiva nel mercato della messaggistica aziendale e nel web marketing, di cui sono Ceo Omero Narducci e Riccardo Dragoni, ha avviato le contrattazioni in crescita del 30%

Debutto con i fiocchi per AMM sul listino AIM di Borsa Italiana. Il titolo dell’azienda di Arezzo attiva nel mercato della messaggistica aziendale e nel web marketing, di cui sono Ceo Omero Narducci e Riccardo Dragoni, ha avviato le contrattazioni in crescita del 30% premendo dunque sin da subito l'acceleratore. Alla fine della giornata il titolo ha chiuso a 3,65 euro per azione, contro i 2,85 euro del prezzo di apertura, guadagnando così oltre il 28%. In fase di collocamento, AMM ha raccolto 2,8 milioni di euro. Il flottante al momento dell’ammissione è del 13,62% con una capitalizzazione pari a circa 5,4 milioni di euro. Omero Narducci, Presidente e co-Ceo di AMM, e Riccardo Dragoni, co-Ceo di AMM, hanno dichiarato: “È per noi un primo e importante passo verso l’inizio di un percorso che porterà l’azienda ad accrescere la propria quota di mercato grazie alla possibilità di nuovi investimenti. Vogliamo diventare i leader nel settore della messaggistica aziendale e consentire alle aziende di qualsiasi dimensione di poter comunicare facilmente ed efficacemente con i propri clienti”. “Sempre più società attive nel settore della tecnologia e dell'innovazione, come AMM, decidono di usare lo strumento della quotazione quale mezzo in grado di accelerare il proprio percorso di crescita", ha detto Barbara Lunghi, Responsabile Primary Markets di Borsa Italiana. “L’accesso ai mercati dei capitali permetterà ad AMM di portare a termine nuove acquisizioni e di consolidare il proprio posizionamento nel mobile marketing e web advertising". La società, nata nel 2008 come business unit del gruppo Aruba e divenuta indipendente a inizio 2018 dopo aver fatto parte del gruppo Mobyt, punta infatti con l’operazione, rivolta principalmente a investitori istituzionali, a raccogliere risorse a sostegno del piano di sviluppo e crescita che avverrà appunto anche per linee esterne. Nomad e Global Coordinator dell’operazione è Banca Finnat Euramerica, che svolgerà anche l’attività di Specialista e Analyst Coverage ai sensi del Regolamento Emittenti AIM Italia. Nctm Studio Legale ha agito quale consulente legale dell’Emittente, mentre Grimaldi Studio Legale ha assistito il Global Coordinator. BDO Tax & Law ha agito in qualità di advisor fiscale. La società di revisione è BDO Italia S.p.A., mentre Clarkson Hyde ha agito in qualità di revisore incaricato della due diligence delle informazioni gestionali e di mercato.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI