• Programmatic
  • Engage conference

25/11/2019
di Caterina Varpi

AirPlus International sceglie Lovemark per il digitale

L'agenzia guidata da Luca Catellani è stata scelta dalla multinazionale del gruppo Lufthansa e si avvia a chiudere l'anno con 2 milioni di fatturato

Luca Catellani

Luca Catellani

Lovemark ha vinto la gara AirPlus International, società del gruppo Lufthansa, per la comunicazione digitale e si prepara a chiudere il 2019 con 2 milioni di fatturato, in crescita del 24% rispetto all'anno scorso. La società di web marketing di Milano e Reggio Emilia, che conta 25 risorse con competenze verticali (per il 70% femminili) e che ha all'attivo clienti come Metro Italia, Credem, Dana Motion Systems, PreGel e Marchesini Group e ora AirPlus International, si è dunque aggiudicata nell’anno del suo decennale il bando “Agency Pitch” promosso da AirPlus International, a cui hanno partecipato digital agency provenienti da tutta Europa. La multinazionale è fornitore globale di soluzioni end to end per il business travel, con oltre 15 miliardi di euro di transazioni. Serve più di 51mila clienti in tutto il mondo tra aziende, multinazionali e agenzie di viaggio, di cui 4mila in Italia, dove opera dal 2001. “Confrontarsi con numerose agenzie europee e vedere scegliere la nostra proposta è stata una grande soddisfazione per tutto il team - spiega Luca Catellani, Ceo di Lovemark -. Un risultato che testimonia una forte spinta verso l’internazionalizzazione e un costante processo di crescita per numero di clienti, risorse e fatturato. Oggi, per AirPlus, Lovemark è partner strategico per la comunicazione digitale. Supportiamo l’espansione del brand attraverso il potenziamento delle performance e il miglioramento della user experience del sito web. Terminata un’analisi a livello mondiale su mercati e competitor, abbiamo sviluppato un piano di comunicazione integrato per ogni Paese di riferimento, con ricadute tangibili in termini di brand awareness, lead generation e fidelizzazione dei clienti. Il tutto, interfacciandoci con l’agenzia tedesca che già si occupa, per conto del cliente, dello sviluppo del sito. Una volta che lo avremo allineato alla nuova web strategy, imposteremo i progetti mirati per i diversi paesi”. Le prospettive di crescita per il 2020 stanno spingendo l’azienda a cercare una sede più grande a Reggio Emilia, a cui continuerà ad affiancarsi quella milanese.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI