Lead generation e customer care passano dall’A.I. con Aimage

La società torinese, che gestisce integralmente i chatbot dallo sviluppo delle strategie fino al monitoraggio delle campagne, rafforza la sua posizione nel mercato di riferimento

di Cosimo Vestito
04 settembre 2018
aimage

Aimage potenzia la sua posizione sul mercato di riferimento attraverso l’applicazione dell’Intelligenza Artificiale a chatbot e lead generation.

La società, nata a Torino a ottobre 2017, sviluppa progetti ad alto contenuto tecnologico per semplificare la fruizione dei canali di comunicazione digitale, avvicinando le aziende al proprio target di consumatori grazie a proposte all’avanguardia che vedono l’utilizzo di sistemi di IA.

Grazie all’implementazione di chatbot le aziende clienti possono beneficiare di un miglioramento del servizio di customer care oltre a registrare un significativo aumento delle performance sulle campagne di lead generation. Aimage è in grado di gestirli nella loro totalità, dallo sviluppo a monte delle strategie fino al monitoraggio delle campagne.

I chatbot sono studiati e programmati per adattarsi a ogni tipo di esigenza aziendale riconoscendo le richieste dell’utente e rispondendo in modo esaustivo, veloce e automatico. Una tecnologia che viene implementata su landing page, siti web, e-commerce e pagine social.

Oggi questi sistemi si inseriscono a pieno titolo nelle strategie di lead generation aumentando significativamente la performance delle campagne online. Il loro utilizzo favorisce infatti l’interazione dell’utente con la pagina, semplificandone la navigazione e avvicinandolo all’azione di conversione desiderata. Grazie a questi sistemi di messaggistica automatica l’utente supera la resistenza a lasciare i propri dati.

“Con l’inserimento dei chatbot sulle landing page abbiamo registrato un incremento del 20-30 % delle conversioni a seconda delle diverse campagne. Il bot riesce a gestire le perplessità dell’utente che predilige la chat come strumento di rilascio dei propri darti, anziché il form”, commenta Giovanni Bennato, Ceo di Aimage.

Numerosi i vantaggi anche in ambito customer care. Per l’utente i principali sono: assistenza virtuale 24/7 e meno tempi di attesa per l’elaborazione delle sue richieste; lato aziende invece i vantaggi principali sono: meno costi di gestione dei call center e un servizio per i clienti più efficiente.

Come funziona un chatbot?

L’utente apre una chat, il bot raccoglie la richiesta e i dati in maniera automatica, l’interazione è fluida e senza tempi di attesa. Il risultato è un utente soddisfatto del servizio.

Un buon servizio di customer care è fondamentale per aumentare la fidelizzazione dei clienti. Circa il 90% delle richieste fatte all’assistenza clienti sono uguali tra di loro. Un chatbot permette di gestirle autonomamente, offrendo un servizio molto apprezzato.

“Attraverso l’implementazione di chatbot siamo riusciti a soddisfare fino all’ 80% delle richieste degli utenti riducendo così considerevolmente il carico di lavoro degli operatori portando ad un abbattimento dei costi relativi al servizio clienti. Nel 2020 stimiamo che l’85% delle interazioni con i clienti sarà gestita con i chatbot, per questo in Aimage stiamo continuando a implementare funzionalità sempre più sofisticate”, ha concluso Bennato.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.