• Programmatic
  • Engage conference

20/01/2020
di Vincenzo Stellone

AdKaora potenzia la misurazione dei dati di sell out delle campagne mobile con i dati di IRI

La digital company del Gruppo Mondadori continuerà a collaborare anche con CheckBonus. Davide Tran: «IRI e CheckBonus si integrano a vicenda all’interno della nostra offerta di proximity marketing»

AdKaora-IRI.jpg

Al fine di offrire ai propri clienti un’analisi sempre più completa dell’impatto delle campagne mobile sul sell out, AdKaora annuncia l’inizio di una collaborazione con IRI Italia, leader mondiale nella gestione di big data, soluzioni analitiche predittive e generazione di insight nei settori del Largo Consumo, Retail, Media e Pharma (OTC). Le analisi IRI vanno a unirsi in maniera complementare all’attività svolta da CheckBonus con cui la digital company del Gruppo Mondadori - specializzata in soluzioni di marketing e advertising user-centric mobile - ha iniziato a collaborare lo scorso settembre (leggi qui l’articolo dedicato) e con cui continuerà a lavorare per misurare ciò che i consumatori fanno nei punti vendita dopo essere stati esposti a una campagna mobile. Il trend del proximity marketing è sempre più in crescita, perché le aziende hanno necessità di intercettare un utente in mobilità e offrirgli il messaggio giusto nel micro-momento giusto, con l’obiettivo di massimizzare la probabilità di portarlo nel punto vendita. Allo stesso tempo, con il proximity è possibile ottenere informazioni e insight fondamentali legate alle visite, alle vendite e alla natura del consumatore in oggetto. La digital company AdKaora fornisce questo servizio offrendo ai brand strumenti innovativi, dati verificati e puntuali sull’andamento delle campagne, canali media efficaci ed esclusivi come le JoinTag Notifiche Push e una misurazione completa del footfall.

La collaborazione con IRI

AdKaora amplia con IRI i propri servizi, concentrandosi sul business intelligence. Il tipo di analisi svolta da IRI entra più nel dettaglio di un’attività di advertising ed è utile per valutare l’impatto di una campagna mobile sulle vendite di un prodotto nel periodo preso in analisi, monitorare l’effetto sugli acquisti di una gamma di prodotti, valutare l’uplift delle vendite del brand (nel caso di un lancio prodotto) e, infine, analizzare la concorrenza.

IRI e Checkbonus: due pezzi di un unico puzzle

Le analisi IRI, come specificato, vanno a unirsi in maniera complementare all’attività svolta da CheckBonus, con cui AdKaora continuerà a collaborare: una soluzione in grado di fornire importanti analisi qualitative e quantitative su un campione di vendita misurato, in maniera puntuale e non anonima, quali il peso delle diverse insegne della GDO sulle vendite complessive, le diversità di prezzo di sell out per catena, il profilo del “consumatore tipo”, fino ad arrivare ad ottenere indicazioni sulla volontà di riacquisto dei prodotti e sul livello di soddisfazione del consumatore. Grazie alla sinergia tra i dati qualitativi forniti da CheckBonus ed i dati a larga penetrazione di mercato forniti da IRI - che garantiscono una copertura più distribuita del Largo Consumo e uno studio più rotondo del settore -, si ottiene una misurazione esaustiva del funnel. AdKaora-IRI A ciò si aggiungono importanti risposte relative alle visite aggiuntive derivanti dalla campagna mobile, all’influenza dell’attività sulle vendite, al target, al comportamento di acquisto e alla percezione del prodotto o dei prodotti in questione. «IRI e CheckBonus si integrano perfettamente a vicenda all’interno dell’offerta di proximity marketing di AdKaora che diventa ancora più appealing e completa», dichiara Davide Tran, Ceo di AdKaora. «Grazie alle loro caratteristiche specifiche e uniche allo stesso tempo, i due prodotti hanno il potere di fornire ai nostri clienti insight fondamentali per implementare una strategia sempre più efficace e accurata, in cui touchpoint online e offline concorrono al raggiungimento degli obiettivi in ottica multicanale. La sinergia tra IRI e CheckBonus risponde alle richieste sempre più crescenti del mercato e dei nostri clienti di avere misurazioni qualitative e quantitative delle attività di proximity marketing».

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI