Ad Intend chiude il 2015 con un aumento del fatturato di oltre il 12%

La crescita è confermata dai partner, come l’Istituto Estetico Italiano che ha ampliato la sua base clienti, grazie alla collaborazione in chiave content e performance. Nelle strategie 2016 dell’agenzia c’è l’offerta di contenuti video

di Caterina Varpi
04 febbraio 2016
pasquale-silvi-Ad-Intend
Pasquale Silvi

Il 2015 di Ad Intend ha visto il consolidamento delle attività collegate al content marketing. Il DNA dell’agenzia focalizzato sulle performance ha consentito di affiancare al content anche il raggiungimento dei risultati che i clienti si erano prefissati. L’anno passato si è confermato il periodo di svolta per l’esternalizzazione della produzione di contenuti.

«Il 2015 si è chiuso con un aumento del fatturato di oltre il 12% con un margine pressoché stabile, un ottimo risultato, se consideriamo i forti investimenti realizzati – sottolinea Pasquale Silvi, ceo & co-fondatore di Ad Intend -. La quota di fatturato da clienti esteri è quella con il maggior incremento, ripagando gli sforzi fatti per focalizzare l’attenzione sia su chi dall’Italia punta ad altri mercati sia su chi su quei mercati è già attivo. La scommessa 2016 è nei video e nella loro distribuzione, con l’obiettivo di ampliare la gamma di contenuti testuali che offriamo da tre anni».

Nell’anno appena concluso, l’ecommerce ha decisamente abbracciato il content marketing, come leva per aumentare il dialogo con i propri clienti. Anche altri settori, come il finance, sviluppano progetti ad hoc per raccogliere community da fidelizzare e raggiungere nuovi prospect.

Un esempio importante di ricorso al content marketing per fidelizzare i clienti è IEI- Istituto Estetico Italiano che, negli ultimi due anni, con la collaborazione per l’agenzia, ha aumentato in modo notevole la produzione dei contenuti. Da quest’anno, i video entrano a far parte di una strategia di content marketing sempre più completa.

«Il Content Marketing è al centro della strategia di acquisizione del 2016 di IEI, che vede un sempre maggior focus sull’analisi di cosa i potenziali pazienti cercano e pensano quando si approcciano alla chirurgia estetica – specifica Silvi -. L’approccio basato su contenuti testuali, infografiche e video-interviste, si pone l’obiettivo di rispondere in modo completo e rassicurante alle domande intercettate. In particolare, per IEI abbiamo studiato un piano editoriale strettamente collegato alle promozioni e alle attività di generazione contatti. La strategia Ad Intend per IEI intende fruttare, in modo integrato, i contenuti generati per ottenere engagement con leve di performance marketing e raggiungere così un numero maggiore di contatti».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.