A maggio in Italia Blue 449, nuova centrale media di ZenithOptimedia Group

L’agenzia, che nasce dal rebranding dell’inglese Walker Media, acquisita da Publicis Groupe nel 2013, si propone al mercato come struttura “Open Source” predisposta a una forte collaborazione con le altre sigle della holding

di Alessandra La Rosa
19 marzo 2015
blue449-zenithoptimedia

La famiglia di strutture di ZenithOptimedia Group sta per allargarsi.

A maggio, infatti, verrà lanciata anche nel nostro Paese Blue 449, una nuova centrale media in seno al gruppo facente capo alla holding Publicis. Blue 449 sarà una centrale full service, predisposta al contempo a una stretta collaborazione con le altre agenzie di Publicis, nel quadro di un approccio innovativo definito “Open Source”.

La novità, in realtà di respiro globale, nasce come rebranding di Walker Media, agenzia media inglese acquisita da Publicis Groupe alla fine del 2013. Già all’epoca, l’intenzione era quella di fare della sigla un nuovo network globale afferente a ZenithOptimedia Group, ed ora è giunto il momento.

La scelta del nome Blue 449 non è casuale: si tratta infatti della gradazione di colore che nasce dal mix del blu di ZenithOptimedia e del porpora di Walker Media. L’agenzia sarà guidata dal Global Chairman Sebastien Danet (già Global Managing Partner di ZenithOptimedia e Chairman di VivaKi France) e dal Global Managing Director James Shoreland (EVP, Director Corporate Development di ZenithOptimedia US). I due verranno affiancati da Phil Georgiadis, nel ruolo di UK Chairman di Blue 449, e da altri manager di ZenithOptimedia a livello mondo.

Il management opererà dall’headquarter basato a Londra, ma entro la fine di quest’anno l’agenzia prevede di estendere la sua presenza in 17 città nel mondo, Milano inclusa, dove come si diceva, la sede dovrebbe essere attivata a maggio. Oltre a collaborare con le altre agenzie di ZenithOptimedia Group, Blue 449 beneficerà anche della possibile collaborazione con le altre strutture di Publicis Groupe e VivaKi, in un nuovo contesto operativo a disposizione dei clienti chiamato “Open Source”.

«Non si tratta semplicemente di un “altro” network media, nel senso di essere una copia di un’agenzia media già esistente nel gruppo – ha spiegato in proposito Georgiadis -. Il mondo non ha bisogno di un network media rigido, ma di organizzazioni in grado di adattarsi per riflettere i bisogni dei clienti e le dinamiche dei mercati. Per fare tutto ciò è necessario cambiare ed essere flessibili, ed è più facile per un “foglio bianco” che non per un network già esistente».

Blue 449 si prospetta, tra l’altro, come un’agenzia media “digital by design”, in cui l’ambito ad-tech e l’utilizzo del real-time data dovrebbero occupare un ruolo centrale nello sviluppo di servizi media.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.