4Strokemedia: Alberto Zilli investe nella società e si rilancia come imprenditore

L’ex. a.d. di Triboo Media, insieme ai fratelli Stefano e Samuel, è entrato nella compagine societaria della realtà tutta italiana che opera nel mercato del programmatic. «Si tratta della nostra prima operazione di investimento, ulteriori iniziative entro la fine dell’anno»

di Simone Freddi
27 gennaio 2016
Zilli-Alberto
Alberto Zilli

Riparte da 4Strokemediarealtà tutta italiana che opera nel mercato del programmatic buying, il percorso di Alberto Zilli nel mercato italiano della pubblicità online.

L’ex a.d. di Triboo Media, insieme ai due fratelli Stefano e Samuel, è infatti entrato nel capitale sociale di 4Strokemedia, che ora può contare sul supporto strategico dei tre nuovi soci insieme ai tre fondatori Marco Trentin (Presidente), Carlo Farini (Ceo) e Gianluca Vittorelli.

Da sinistra: Gianluca Vittorelli, Marco Trentin e Carlo Farini

Dopo l’uscita dalla società che, insieme a Giulio Corno, aveva fondato e portato in borsa, erano circolate diverse ipotesi circa il futuro professionale del non ancora trentenne Zilli: si era parlato di possibili ruoli manageriali presso importanti gruppi digitali, ma anche di un nuovo percorso imprenditoriale.

La strada scelta è quest’ultima: «Sono lusingato dalle varie proposte manageriali che mi sono arrivate in questi mesi, un paio davvero allettanti ma il mio DNA è imprenditoriale – ha spiegato a Engage Alberto Zilli -. Abbiamo investito in 4strokemedia in quanto si tratta di un progetto in cui crediamo molto. I fondatori in un anno e mezzo hanno fatto un lavoro eccezionale ed hanno obiettivi ambiziosi, ovvero di raddoppiare il fatturato già il primo anno. Si tratta di una delle iniziative nelle aree a più tasso di crescita, il programmatic. La conoscenza personale di Marco», che nel 2010 era business development manager di Triboo SpA, «ha facilitato il nostro ingresso in società, avvenuto davvero in pochissimo tempo».

Il percorso comunque è appena iniziato, 4StrokeMedia, continua Zilli, è «la nostra prima operazione di investimento, alle quali sicuramente daranno seguito ulteriori iniziative entro la fine dell’anno, a seguito di uno scouting di mercato attualmente in corso». Il nuovo progetto va «nella direzione di selezionare poche realtà ad alto potenziale con management imprenditoriale in cui investire finanziariamente in ottica di medio lungo termine e nelle quali poter dare un apporto operativo di supporto strategico, commerciale e tecnologico».

4Strokemedia: programmatic adv di qualità

4Strokemedia nasce agli inizi del 2014 e da subito si concentra sull’aggregazione di un publisher network che oggi conta circa 150 siti, 250 milioni di impression ed oltre 6 milioni di utenti unici mese.

Entrando un po’ più nel dettaglio del posizionamento della società, l’obiettivo di coniugare l’efficienza del programmatic buying all’efficacia dell’acquisto basato su logiche data-driven è stato raggiunto grazie a un approccio che combina la vendita degli spazi via direct deal (PMP) e la qualificazione di tutta l’audience tramite una data management platform (DMP).

Marco Trentin

4strokemedia punta sulla “coda lunga” del web, ma senza sconti in termini di qualità: l’ingresso dei publisher avviene ad invito, dopo attenta selezione di parametri qualitativi quali l’assenza di ad collision, la gestione esclusiva degli spazi, il posizionamento di formati above the fold e la selezione sulla base di Kpi per il cliente in linea con i più elevati standard di mercato. «Tutta l’inventory viene venduta in prima chiamata garantita e su posizionamenti esclusivi», sottolinea Marco Trentin, presidente di 4Strokemedia.

Altro pilastro della strategia di 4Strokemedia è stato puntare sullo sviluppo di tecnologia proprietaria per aumentare l’efficienza e l’integrazione di primari partner internazionali. Sul fronte dei formati, grazie ad un player video proprietario vengono offerti formati video e rich media trasversali su tutto il network in grado di raggiungere elevati Kpi di viewability e CTR.

Nei prossimi sviluppi sono previsti il lancio di una offerta per il mobile ed il native, anticipa Trentin, che spende parole di soddisfazione per l’ingresso in società di Alberto, Stefano e Samuel Zilli, il cui know how nel digital advertising si aggiunge alla decennale esperienza dei fondatori di 4Strokemedia Srl maturata in importanti gruppi internazionali quali Yahoo, Lastminute.comAdform e zanox.

«L’ingresso di Alberto Zilli nella nostra società rappresenta un passo importantissimo – afferma Trentin -: la sua esperienza imprenditoriale e la sua forte spinta verso l’innovazione rappresenteranno dei driver di crescita fondamentali per la nostra società. Avevo già lavorato con lui nel 2010, oltre che un socio è un amico».

Un cenno agli advisor: i soci di 4Strokemedia si sono avvalsi della consulenza dello studio legale Sutti per la gestione di tutta l’operazione, mentre Alberto, Stefano e Samuel Zilli sono stati supportati dall’avvocato Andrea Ughi e dall’advisor Lorenzo Cocco.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.