Havas Group e Universal Music Group all’insegna dei Big Data con Global Music Data Alliance

Grazie all’accordo, il gruppo di cui è ceo Yannick Bolloré potrà aggregare e analizzare i miliardi di dati di proprietà della casa discografica, generati attraverso download musicali, acquisto di biglietti e di merchandising, streaming e social media

di Alessandra La Rosa
07 gennaio 2015
Yannick Bollore-CeoHavas
Yannick Bolloré, ceo di Havas

Havas Group e Universal Music Group aprono una collaborazione all’insegna dei Big Data.

Il colosso pubblicitario e l’etichetta discografica hanno infatti siglato una partnership per la creazione della Global Music Data Alliance (GMDA), grazie alla quale Havas potrà aggregare e analizzare in modo contestualizzato i miliardi di dati di proprietà di UMG, generati attraverso download musicali, acquisto di biglietti e di merchandising, streaming e social media.

La partnership è stata annunciata da Lucian Grainge, chairman e ceo di UMG, e Yannick Bolloré, chairman e ceo di Havas Group, in occasione del CES 2015, e ufficializzata con un comunicato ufficiale di Universal Music Group.

«Vogliamo continuare a trovare nuove opportunità di revenue e marketing per tutti i nostri artisti nel mondo, traendo vantaggio dai nostri strumenti di big data di primo livello e lavorando con società “illuminate” come Havas», ha commentato Grainge.

«La musica trasmette emozioni, simboli culturali e valori come nessun’altra forma di espressione creativa. Lavorando con gli artisti più di successo e le più ampie community musicali nel mondo, UMG è all’avanguardia del mercato ed è in possesso di database e consumer insights unici che generano valore per etichette, artisti e fan. Questa prima Global Music Data Alliance consentirà ai nostri clienti e ad altre aziende di espandere ulteriormente la passione sulla musica che condivono con i fan e di creare esperienze più significative con loro», ha aggiunto Bolloré.

Come parte del progetto, i dati proprietari di UMG riguardanti artisti e generi musicali saranno sovrapposti con i behavioral data di Havas per permettere una maggiore comprensione della correlazione esistente tra artisti, music fan e brand. Questi dati non includono solo quelli relativi alle vendite di brani e video e alla loro fruizione in streaming, ma anche quelli sui social media e sulla trasmissione in Airplay, così come quelli provenienti da Bravado, la divisione di merchandising di UMG, e quelli sulle vendite di biglietti provenienti invece dalla unit Vivendi Ticketing. Il risultato è una visione onnicomprensiva della musica e del suo consumo attraverso varie piattaforme.

Con GMDA, gli artisti potranno monetizzare le loro fan base in modo più efficace, comprendendone meglio le caratteristiche e individuando le specifiche offerte e prodotti che possono piacere di più. Gli inserzionisti, invece potranno identificare queli generi e specifici artisti piacciono ai loro consumatori così come le opportunità legate alla musica che possono attrarli.

Havas utilizzerà i suoi team di ricerca e analisi insieme ad alcune delle più innovative nuove startup tecnologiche del mercato, che consentiranno a UMG e ad altri ulteriori partner di GMDA di avere a disposizione informazioni sulla musica e l’engagement dei fan.

 

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.