comScore pronta al lancio di un’evoluzione di Video Metrix

Da aprile/maggio la piattaforma sarà in grado di distinguere tra contenuti editoriali e pubblicitari nelle rilevazioni. Ma questo è solo il primo dei nuovi tool in arrivo nel nostro Paese. Ci anticipa tutto Fabrizio Angelini, ceo di Sensemakers

di Teresa Nappi
23 gennaio 2015
Fabrizio Angelini_CEO Sensemakers
Fabrizio Angelini

Di recente comScore è stata al centro dell’attenzione mediatica per importanti lanci che per ora interessano soprattutto il mercato statunitense. ma anche in Italia, le novità non mancano. Il nostro Paese sta infatti per essere protagonista di un importante roll-out da parte del leader mondiale nella misurazione dell’universo digitale.

In primavera, nello specifico tra aprile e maggio prossimi, comScore renderà disponibile per il nostro mercato un nuovo tool, che di fatto rappresenta un’evoluzione – sostanziale – della soluzione Video Metrix, prodotto in grado di fornire una misura unica e unduplicated delle visualizzazioni video e della total digital video reach su desktop, smartphone, tablet e dispositivi OTT, nonché parte integrante della MMX Multi-Platform lanciata nel nostro Paese a novembre scorso.

Con l’implementazione del nuovo strumento, la soluzione sarà presto in grado di distinguere nelle proprie misurazioni che tipo di contenuto video l’utente ha fruito: in pratica sarà in grado di fornire il dato di visualizzazioni dei contenuti video editoriali distribuiti online distinguendolo da quello relativo alla visualizzazione dei video pubblicitari.

Ad anticiparci la novità è stato Fabrizio Angelini, fondatore della società Sensemakers, che rappresenta comScore in Italia.

«Il rilievo di una misurazione di questo tipo, è evidente: rappresenta infatti un ulteriore elemento per calibrare al meglio le proprie azioni, siano esse editoriali o pubblicitarie – commenta il manager -. Capire come si muovono gli utenti, le loro preferenze può aiutare a migliorare le proprie strategie di distribuzione e pianificazione. La misurazione è in effetti l’unico vero elemento in grado di aumentare efficienza e trasparenza in un mercato – come quello digitale – sempre più articolato, complesso e globalizzato nelle logiche di investimento».

La scelta di implementare il nuovo tool nella piattaforma disponibile in Italia è stata dettata dalla necessità di interpretare un fenomeno specifico: «Nonostante l’esplosione mobile, abbiamo registrato in Italia un sostanziale aumento delle visualizzazioni video da desktop, di circa il 30%. Il fenomeno è da imputarsi in buona parte alla funzione Autoplay attivata sulle piattaforme per le video adv. Ci è sembrato dunque corretto rendere più chiaro e trasparente il dato sulle visualizzazioni. I tempi sono dunque maturi per fornire questo dato, che meglio spiegherà e giustificherà il dato di visualizzazione video».

L’efficacia del tool però e la sua rilevanza implica una collaborazione attiva da parte degli editori: «C’è bisogno della loro collaborazione», dichiara ancora Angelini, specificando la necessità di una loro apertura affichè il tool possa essere implementato all’interno dei loro player e rendere così possibile la definizione di un quadro completo e dettagliato sul fronte viewability.

Ma non c’è solo questo. Altre novità potrebbero interessare l’Italia in tempi un po’ più lunghi, come il rilascio del Video Metrix Multi-Platform e del nuovo servizio – parte del progetto Industry Trust – che offre ai media buyer la possibilità di utilizzare le metriche pubblicitarie comScore direttamente nelle piattaforme di trading programmatico, per ora – come suddetto – disponibili sono in Usa: «Considerando che l’Italia per comScore rappresenta il terzo mercato dopo Stati Uniti e UK, non si dovrà attendere certo anni per il rilascio di queste soluzioni anche nel nostro Paese, dove l’offerta è comunque pari al 80% di quella attualmente disponibile negli USA. Per i tempi, molto dipenderà dalla risposta del mercato», precisa e conclude Angelini.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.